#Nursindplasticfree: donate 650 borracce agli infermieri teramani

#Nursindplasticfree: donate 650 borracce agli infermieri teramani

Il NurSind Teramo, sindacato delle professioni infermieristiche, ha pensato ad un utile regalo di Natale per i suoi iscritti. Dopo gli ombrelli, le forbici, le powerbank, le penne USB e la famosa felpa donati agli infermieri negli anni passati, sotto l’albero di Natale questa volta i colleghi troveranno una pratica borraccia in acciaio inox. Anche il Nursind, infatti, sposa l’etica plastic free per dare il suo contributo alla tutela dell’ambiente e alla riduzione della produzione di rifiuti. L’eccessivo uso di plastica sta distruggendo il nostro pianeta inquinando mare e terra con gravi conseguenze per la salute. Per questo il sindacato ha deciso di lanciare un segnale forte, spronando tutti a limitare l’uso della plastica sostituendo le comuni bottigliette con la borraccia. Molti colleghi consumano acqua in bottiglia prelevandola dai distributori automatici o nei bar. Grazie alle 650 borracce donate dal Nursind, gli infermieri teramani potranno portare l’acqua da casa, riducendo in maniera significativa l’uso della plastica.

“Questi regali negli anni hanno avuto una doppia funzione – spiega il segretario Nursind Teramo, Giuseppe De Zolt – in primis quella di far sentire i nostri iscritti coccolati e in secondo luogo quella di aiutare e stimolare la Asl nel migliorare le condizioni di lavoro dei dipendenti. Infatti, dopo il regalo delle maglie l’azienda ha provveduto all’acquisto di felpe per tutti i dipendenti. Speriamo di continuare ad essere di supporto all’azienda e, iniziando dall’acqua, contiamo di convincerla all’apertura della mensa, altra battaglia che ci vede impegnati da qualche anno anche nelle aule di tribunale, visto che siamo in attesa che si esprima la Corte di Cassazione nel merito”.

Con l’occasione il Nursind Teramo augura un sereno Natale e felice anno nuovo a tutti i lavoratori, consapevoli che anche il 2020 ci vedrà impegnati con tutte le nostre forze al fianco degli infermieri.

Il servizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *