Omicidio Cialini: l’assassino Di Silvestre si uccide nel carcere di Teramo

Omicidio Cialini: l’assassino Di Silvestre si uccide nel carcere di Teramo

Si è tolto la vita nel pomeriggio di oggi Dante Di Silvestre, il 63enne di Mosciano Sant’Angelo condannato a 12 anni per l’omicidio di Paolo Cialini. Il caldaista si trovava in carcere, a Castrogno, nel reparto destinato a chi gode del regime di semilibertà. Attorno alle 18 alcuni detenuti hanno notato il suo corpo, esanime, nel cortile. Il 63enne si è impiccato. Il delitto per il quale stava scontando la pena si è consumato nel giugno del 2016 a Giulianova. Di Silvestre, dopo una lite in strada con Cialini, ha colpito con una coltellata l’informatico 48enne uccidendolo. Del suicidio è stata data notizia alla Procura della Repubblica di Teramo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *