Partipilo-Costa Ferreira in 60 secondi: è 1-1 tra Teramo e Ternana

Partipilo-Costa Ferreira in 60 secondi: è 1-1 tra Teramo e Ternana

Finisce in parità l’attesa sfida tra Teramo e Ternana. Biancorossi rimandati al primo esame di maturità proposto dal calendario. Diavolo positivo sul piano della personalità contro uno degli avversari più forti del girone, capace di comandare il gioco per larghi tratti al Bonolis. Bravi comunque Arrigoni e compagni a non disunirsi dopo lo svantaggio e a trovare il pari con lo sfortunato Costa Ferreira, costretto ad uscire in barella pochi minuti dopo il gol. Florio per lo squalificato Cancellotti e Martignago per Mungo le scelte di Tedino. Ternana con gli ex Celli e Proietti in campo dall’inizio.

La cronaca. All’8′ occasione per Magnaghi: cross basso di Tentardini, l’attaccante si coordina male e spara altissimo. Ancora Teramo al 20′: diagonale sinistro di Ilari imbeccato da Cristini con un colpo di tacco, palla fuori di pochissimo. Al 24′ proteste della Ternana per un contatto molto dubbio in area tra Cristini e Marilungo. La Ternana cresce col passare dei minuti e costringe il Diavolo sulla difensiva.

La partita prosegue su ritmi elevati anche nella ripresa. Al 5′ contropiede Teramo (il primo ben orchestrato dagli uomini di Tedino) porta al tiro Martignago, Tozzo respinge in tuffo e la difesa allontana. Poi in tre minuti, dal 13 al 16, succede di tutto. Inizia Bombagi che si gira in un fazzoletto ma la deviazione di un difensore manda in angolo la conclusione. Dagli sviluppi del corner gol annullato ai biancorossi: classico fallo di confusione rilevato dall’arbitro Cudini (presunta spinta di Ilari) prima che il pallone finisca in rete. Al 15′ doccia fredda sul Bonolis: batti e ribatti in area, Partipilo trova lo spazio per il tiro vincente che infila Tomei. La reazione del Diavolo, questa volta, è da squadra con gli attributi. Il Teramo si riversa subito in avanti e trova il pari immediato con Costa Ferreira che sfrutta il lavoro di Magnaghi e scarica il destro alle spalle di Tozzo. Peccato per il portoghese non potersi godere appieno la gioia del gol perché 10 minuto dopo è costretto ad uscire in barella per infortunio (accertamenti in ospedale per un forte colpo alla schiena). L’ultimo tentativo del match è dei teramani con Mungo, subentrato a Martignago, che controlla e calcia al volo, facile presa di Tozzo.

L’1-1 è salutato dagli applausi di tutti i 3527 spettatori del Bonolis (710 quelli ternani). Domenica a Bari l’undici di Tedino è atteso da un’altra prova di maturità niente male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *