Ponte ciclopedonale sul Vomano: il Tribunale rigetta il ricorso dell’impresa

Ponte ciclopedonale sul Vomano: il Tribunale rigetta il ricorso dell’impresa

Il Tribunale di Teramo non ha accolto il ricorso dell’impresa Ecofin 2010 e la Provincia procederà con la rescissione del contratto per la realizzazione del ponte ciclopedonale sul Vomano che collegherà Roseto a Pineto.

I lavori sono stati affidati nel 2017 (l’opera complessivamente costa oltre 2 milioni di euro, oltre 1 milione e 300 mila euro per i lavori, circa 100 mila euro di progettazione, il resto per gli oneri di legge) ma sin da subito si è registrata una serie di problematiche con l’impresa affidataria.

Ad aprile di quest’anno la Provincia ha avviato la procedura di revoca del contratto opposta poi dall’azienda:  il ricorso è stato rigettato e la Provincia riprenderà la procedura per la rescissione del contratto e l’affidamento a nuova impresa con lo scorrimento della graduatoria di gara.

“La sentenza del giudice è particolarmente importante – sottolinea il consigliere delegato alla viabilità, Lanfranco Cardinale – riconoscendo le nostre ragioni ci consente di ricorrere allo scorrimento della graduatoria di gara con una procedura che sarà abbastanza veloce. Questo è l’ultimo ponte da realizzare per completare il collegamento ciclabile di tutta la costa teramana e anche per questo, per la Provincia, è molto importante riprendere al più presto i lavori per portare a termine una delle infrastrutture determinanti a far diventare una realtà il progetto “bike to coast”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *