Provincia di Teramo e Comune di Notaresco dicono basta al cibo di provenienza sconosciuta

Provincia di Teramo e Comune di Notaresco dicono basta al cibo di provenienza sconosciuta

Anche la Provincia di Teramo e l’Amministrazione Comunale di Notaresco appoggiano la petizione dei cittadini europei ‘Eat Original. Stop al cibo anonimo’, coordinata da Coldiretti e Campagna Amica e promossa in tutta Europa assieme alle principali associazioni di consumatori e organizzazioni agricole.

Questa mattina a Notaresco, in un gazebo, i cittadini hanno firmato per rendere obbligatoria l’indicazione dell’origine di tutti i prodotti alimentari circolanti in Europa, al fine di proteggere la salute dei cittadini, prevenire le frodi alimentari e garantire il diritto dei consumatori a ricevere informazioni accurate sul cibo che scelgono di acquistare. L’etichettatura dei prodotti alimentari dovrebbe fornire informazioni coerenti e trasparenti che consentano di compiere scelte informate ma, ai sensi della normativa europea vigente, i consumatori sono esposti alle frodi alimentari.

Per far sì che l’etichettatura d’origine diventi legge, è necessario raccogliere 1.000.000 di firme in tutta Europa. La campagna di Coldiretti ha già raggiunto l’impressionante numero di 850mila firme. Fino al 2 ottobre sarà possibile sostenerla anche online all’indirizzo www.eatoriginal.eu, fornendo in totale sicurezza il nominativo, la residenza e i dati della propria carta d’identità.

“Abbiamo deciso di sostenere questa petizione – spiega il presidente della Provincia e sindaco del comune di Notaresco, Diego Di Bonaventura, –  perché riteniamo che la tracciabilità dei cibi sia un diritto di ogni cittadino, a tutela della salute di ciascuno e, nel nostro caso, anche del Made in Italy. Invitiamo tutti i cittadini della Provincia di Teramo a firmare. Sapere da dove provengono gli alimenti guida nelle scelte d’acquisto e protegge anche i produttori”.

In Provincia di Teramo la campagna è organizzata da Giulio Federici, direttore di Coldiretti Abruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *