Qualità della vita: in Abruzzo prima la provincia dell’Aquila, ultimo il Teramano

Qualità della vita: in Abruzzo prima la provincia dell’Aquila, ultimo il Teramano

E’ l’Aquilano il territorio più vivibile d’Abruzzo. Quella dell’Aquila, infatti, è la prima provincia abruzzese, 41^ a livello nazionale, a comparire nella classifica finale dell’indagine “Qualità della vita 2020” pubblicata oggi dal Sole 24 Ore. Seguono Pescara (43° posto), Chieti (56°) e Teramo (76°).

L’obiettivo dell’edizione 2020 dell’indagine è anche quello di raccontare il differente impatto della pandemia da coronavirus sui territori. Novanta gli indicatori presi in considerazione, 25 dei quali documentano le principali conseguenze del Covid-19 su salute, attività economiche e vita sociale. Tra questi nuovi parametri, ad esempio, ci sono i casi Covid in rapporto alla popolazione. Sei le aree tematiche: Ricchezza e consumi; Demografia e salute; Affari e lavoro; Ambiente e servizi; Giustizia e sicurezza; Cultura e tempo libero.

Nonostante il primo posto tra le abruzzesi, la provincia dell’Aquila è ultima a livello regionale e 74^ in Italia per il parametro relativo ai casi di Covid-19 ogni mille abitanti, indicatore inserito nell’area Demografia e società: sono 29,8559. In prima posizione, 19^ in Italia, invece, c’è Chieti: 13,6277 casi ogni mille abitanti. Poi ci sono Pescara (37^, 17,7013 casi) e Teramo (57^, 23,7792 casi).

Per quanto riguarda gli altri parametri, L’Aquila è al quinto posto per Giustizia e sicurezza, all’11° per Cultura e tempo libero, al 23° per Affari e lavoro, al 49° per Demografia e società, al 76° per Ambiente e servizi e al 77° per Ricchezza e consumi.

Pescara è al quarto posto per Demografia e società, al 28° per Affari e lavoro, al 34° per Cultura e tempo libero, al 44° per Giustizia e sicurezza, al 66° per Ambiente e servizi e al 71° per Ricchezza e consumi.

Chieti è al sesto posto per Demografia e società, all’ottavo per Giustizia e sicurezza, al 51° per Cultura e tempo libero, al 57° per Affari e lavoro, al 72° per Ricchezza e consumi e al 77° per Ambiente e servizi.

Teramo, infine, è al 39° posto per Cultura e tempo libero, al 47° per Demografia e società, al 55° per Affari e lavoro, al 69° per Ambiente e servizi, al 78° per Ricchezza e consumi e all’83° per Giustizia e sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *