In Consiglio regionale caro pedaggi e viadotti A14 sequestrati

In Consiglio regionale caro pedaggi e viadotti A14 sequestrati

È stata depositata oggi in Consiglio Regionale la mozione a firma Sandro Mariani sulla riduzione dei pedaggi autostradali nei tratti della A14 soggetti a sequestro giudiziario.  Il Capogruppo di Abruzzo in Comune ha posto all’attenzione del governo regionale sia la necessità di interloquire, per conoscere i tempi e i provvedimenti che si intendono adottare, con il concessionario Autostrade per l’Italia spa e il Ministero delle Infrastrutture, sia richiedere, sempre al concessionario, una riduzione del pedaggio autostradale in attesa che venga messa in sicurezza l’intera tratta.   “Nella maggior parte dei casi, sulla tratta abruzzese della A14 viaggiano persone che quotidianamente si recano sul posto di lavoro. La situazione venutasi a creare a causa del sequestro crea proprio a loro i disagi maggiori. Penso sia doveroso da parte della Regione chiedere una riduzione delle tariffe, per il periodo di durata del disservizio, e attivarsi per capire quali provvedimenti il concessionario intende adottare”, dichiara il Consigliere Mariani.

Sulla stessa linea d’onda anche Giovanni Legnini: “Il Consiglio regionale, quale organo rappresentativo della volontà dei cittadini abruzzesi, aveva il dovere di pronunciarsi su uno dei temi più importanti della nostra regione . Si parte dal fatto che la A24/A25 è l’autostrada i cui pedaggi sono più onerosi d’Italia ed è allo stesso tempo interessata da una serie di ammaloramenti importanti e manutenzioni urgenti, anche a seguito degli eventi sismici del 2009.  I cittadini e le imprese non possono continuare a subire gli effetti negativi della massima insicurezza e del massimo dei livelli tariffari”.

Una risoluzione corale affinché il Ministro dei Trasporti e Infrastrutture, il Governo il Parlamento possano da subito provvedere  alla copertura finanziaria degli aumenti tariffari sospesi e non riscossi, così evitando ulteriori incertezze dopo la scadenza dell’ultima sospensione fissata al 30 novembre prossimo”.

“Serve uno sforzo da parte del Governo e di tutti i parlamentari abruzzesi per riaprire immediatamente o comunque in tempi brevissimi i tratti autostradali abruzzesi alla piena e libera fruibilità degli automobilisti, fermo restando i necessari interventi per la sicurezza”. Queste le parole del consigliere regionale Piero Quaresimale, il quale rincara la dose –  Fino a questi adempimenti – afferma il capogruppo della Lega – bisogna assolutamente ridurre il costo dei pedaggi autostradali posto che i tempi medi di percorrenza sono addirittura superiori alle strade statali e che gli abruzzesi non possono sostenere contemporaneamente disservizi così gravi ed oneri tanto alti per gli stessi pedaggi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *