Roseto, 509 borracce plastic-free nelle scuole dell’infanzia

borraccia

Roseto, 509 borracce plastic-free nelle scuole dell’infanzia

L’amministrazione comunale di Roseto ha consegnato borracce in alluminio a tutti i bambini delle scuole dell’infanzia. L’iniziativa fa seguito a una delibera di Giunta comunale approvata a maggio con la quale l’amministrazione si è attivata per eliminare per quanto possibile i prodotti in plastica “vergine” dal palazzo comunale privilegiando quelli in plastica riciclata, a partire dai distributori automatici, fino alle altre forniture necessarie agli uffici.

Oggi, con la consegna simbolica delle borracce agli alunni delle scuole dell’infanzia di via Basilicata e di via Piemonte, l’amministrazione ha voluto rinnovare il suo messaggio di promozione della salvaguardia dell’ambiente. Da qui la consegna dei contenitori che serviranno ad abolire la plastica monouso grazie a un contributo della Ruzzo Reti che ha deciso di sposare la politica plastic free e di promuovere al tempo stesso l’ottima qualità dell’acqua del Ruzzo. E’ per questo che all’iniziativa promossa dall’assessore all’Ambiente Nicola Petrini e dell’assessore all’Istruzione Luciana Di Bartolomeo era presente la presidente del Ruzzo Alessia Cognitti che ha accolto con entusiasmo la richiesta di coinvolgimento e sostegno economico all’acquisto delle borracce che verranno distribuite in tutte le scuole dell’infanzia di Roseto.

“Siamo soddisfatti – ha dichiarato Alessia Cognitti – di lavorare con bambini così piccoli, ma tanto bravi e pronti a recepire l’importanza dell’ambiente. E’ stato bello scoprirli preparati sulla purezza dell’acqua e sulla tutela dell’habitat naturale. Mi compiaccio naturalmente con le scuole dell’infanzia e il Comune di Roseto che creano le condizioni per la crescita, attraverso progetti educativi, di giovani che saranno adulti a cui speriamo di affidare la sicurezza ambientale”. L’assessore Petrini spiega che l’amministrazione provvederà nei prossimi giorni a donare 509 borracce partendo stamattina da via Basilicata e dal plesso di via Piemonte, per poi proseguire nelle prossime settimane negli asili di via Veronese, Cologna spiaggia, Cologna Paese, via Milli, Voltarrosto, Casl Thaulero, Campo a Mare e Montepagano. “Noi crediamo che basti anche solo parlarne in famiglia, o adottare piccole pratiche quotidiane per abolire la plastica monouso e per sensibilizzare i bambini all’importanza della raccolta differenziata e alla cultura del rispetto dell’ambiente. Ogni anno 8 milioni di tonnellate circa di plastica finiscono nel mare. E in piccolo mi accorgo dell’entità del problema già in primavera quando a Roseto l’amministrazione fa i conti con la pulizia dell’arenile rinvenendo quantità considerevoli di rifiuti in plastica sulle nostre spiagge”. “Ecco dunque – conclude l’assessore Di Bartolomeo – che diventa fondamentale che ciascuno nel suo piccolo contribuisca a tenere pulito l’ambiente in cui viviamo. Noi adulti abbiamo la responsabilità di formare le nuove generazioni a una maggiore sensibilità perché saranno i custodi del nostro pianeta. Noi come amministrazione gettiamo un seme verso la cultura del rispetto che auspichiamo possa essere nutrito dal contributo delle famiglie e delle istituzioni scolastiche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *