Roseto, in Consiglio comunale il bilancio di previsione che sblocca le assunzioni

Roseto, in Consiglio comunale il bilancio di previsione che sblocca le assunzioni

Approda nel Consiglio comunale di Roseto il bilancio di previsione 2021-2023 che va deliberato per consentire all’ente di uscire dall’esercizio provvisorio e per garantirne l’operatività soprattutto ai fini delle opere pubbliche da far partire, ma anche delle assunzioni da sbloccare.

“E’ un bilancio in equilibrio – dichiara il sindaco Sabatino Di Girolamo – che muove 28 milioni di euro di entrate e altrettante uscite. Tuttavia è evidente che sarà un bilancio soggetto a variazione in ragione dell’instabilità normativa, ma anche dell’instabilità economica dovuta alla pandemia in corso. Peraltro ancora non riusciamo a quantificare l’acconto del cosiddetto “fondone Covid” che il Governo ha messo a disposizione degli enti locali il cui acconto era atteso a febbraio, ma che ancora non è stato erogato. E’ un bilancio dunque che va approvato per esigenze di programmazione e operatività, ma che sappiamo sarà essere sicuramente soggetto a variazione. L’importante per il momento – aggiunge Di Girolamo – è avere lo strumento contabile che ci consentirà di programmare le opere pubbliche, specie quelle per la mitigazione del rischio idrogeologico che ammontano a 10 milioni di euro, ma anche lo strumento che ci consentirà di avere nuove risorse in termini di personale”.

Il riferimento è al concorso per i tre vigili urbani, all’assunzione di altri sei vigili stagionali, poi dell’istruttore direttivo di biblioteca (che si rende necessario per il pensionamento dell’attuale direttore Maria Antonietta Marinaro), oltre all’innesto di due figure tecniche per l’ufficio Urbanistica. “In particolare – conclude il sindaco – immediatamente dopo l’approvazione del bilancio sarà assegnato l’incarico a tempo di questo delicato settore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *