Roseto, progetto per un atelier multidisciplinare nella scuola di Montepagano

Roseto, progetto per un atelier multidisciplinare nella scuola di Montepagano

Il sindaco di Roseto, Sabatino Di Girolamo, comunica che il Comune, su impulso dei consiglieri Simone Aloisi e Marco Angelini, si è candidato all’avviso pubblico Creative Living Lab, iniziativa del Mibact nata per finanziare progetti di rigenerazione urbana attraverso attività culturali e creative. Roseto si candiderà al bando con il progetto “Crea.te” volto a intercettare 50 mila euro attraverso cui promuovere azioni di riqualificazione di nuovi spazi periferici. Gli spazi saranno individuati dai cittadini e dalle associazioni che saranno coinvolte nell’individuazione di spazi urbani da riconvertire attraverso uno shock culturale che vedrà protagonisti artisti di strada, pittori, videomakers, musicisti e fotografi. Motore dell’iniziativa sarà la scuola di Montepagano deputata a divenire un “Atelier multidisciplinare” e un centro di promozione culturale. Inoltre attraverso un progetto di cittadinanza attiva ci sarà uno spazio di comunicazione dedicato sul sito web del Comune per la segnalazione di aree del territorio ritenute meritevoli di riqualificazione attraverso un form di geolocalizzazione dove si potranno caricare foto e motivazioni della candidatura dei siti da recuperare attraverso il contributo degli artisti coinvolti.

“Questa amministrazione ragiona da tempo sulla rigenerazione urbana a tutto tondo – dichiarano Aloisi e Angelini – Lo abbiamo fatti acquisendo grazie al sindaco l’Arena 4 Palme che abbiamo candidato insieme a Villa Clemente al bando del Governo, e abbiamo proseguito lavorando sulla possibilità di riqualificare altri scorci urbani cari ai cittadini attraverso il coinvolgimento degli artisti e delle associazioni locali. Roseto non è fatta solo di luoghi nobili e di luoghi della memoria, ma anche di tanti spazi che puntellano la nostra quotidianità senza renderci conto delle possibilità di bellezza che possono offrire con una adeguata riqualificazione. Dunque una operazione a tutto tondo che speriamo possa intercettare i fondi del Mibact”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *