Roseto, Simone Aloisi si dimette da segretario del Partito Democratico

Roseto, Simone Aloisi si dimette da segretario del Partito Democratico

L’ambiente politico rosetano, in vista delle elezioni amministrative del 2021, registra delle scosse all’interno dell’area di centrosinistra. Simone Aloisi infatti ha rassegnato le dimissioni da segretario del Partito Democratico, non riconoscendosi più nella nuove sembianze che ha assunto il partito e la sua classe dirigente. Aloisi resterà comunque consigliere fino alla fine del mandato.

Di seguito pubblichiamo la sua lettera.

Ho riflettuto a lungo in silenzio sulle nuove sembianze che ha assunto il Partito Democratico di recente e sulla classe dirigente che il partito esprime. Non può sfuggire a me stesso, ma credo anche a tanti militanti e osservatori, che il cambiamento auspicato da molti continui a poggiare sulle gambe di una conservazione che stride con i valori e le istanze di cui mi sento portatore.

Per questo, alla vigilia di una tornata elettorale importante, chiamata a indicare da qui a meno di un anno il nuovo sindaco della Città di Roseto, ho deciso di rassegnare le mie dimissioni da segretario cittadino del Partito democratico. E’ evidente che, per rispetto del mandato affidatomi dagli elettori, resto consigliere fino alla fine del mandato continuando a garantire il contributo finora fornito al servizio della città.

Tuttavia, la diffidenza di alcuni dirigenti del Pd nei miei riguardi, mi inducono a ritenere che sia meglio fare un passo di lato e lasciare la segreteria nelle mani di qualcun altro, evidentemente più gradito del sottoscritto, a indirizzare il partito verso le prossima, difficilissima, sfida elettorale.

Ringrazio tutti gli amici e le persone che hanno condiviso con me questo pezzo di cammino politico e che capiranno il senso di responsabilità dietro questa decisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *