Roseto, Tacchetti replica a FdI: “Grazie a noi nuovi loculi nel cimitero”

cimitero roseto

Roseto, Tacchetti replica a FdI: “Grazie a noi nuovi loculi nel cimitero”

L’assessore ai lavori pubblici del Comune di Roseto, Simone Tacchetti, nega situazioni di incuria nel cimitero denunciate nei giorni scorsi da Francesco Di Giuseppe, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia. “Evidentemente Di Giuseppe – replica Tacchetti – è troppo impegnato per accorgersi che i quattro cimiteri di Roseto, al contrario di come riferisce, sono in ottima salute. O forse il coordinatore dimentica che è passata l’epoca della Giunta Pavone quando i cittadini di Roseto hanno comprato sulla carta dei loculi senza essere riusciti mai a impossessarsene visto che l’ex sindaco ha utilizzato i soldi per chiudere il bilancio ma non ha mai finiti di incassare le somme, né ha mai costruito i loculi. Invece – aggiunge Tacchetti – questa amministrazione si è fatta carico della costruzione dei nuovi loculi con mutuo e ha investito molto sul decoro, visto che ha internalizzato la gestione di alcuni servizi potenziando il lavoro del personale esistente con il supporto di una cooperativa. Tant’è che i quattro cimiteri hanno una manutenzione programmata e scadenzata settimanalmente con tanto di raccolta rifiuti e decespugliamento, oltre a tutti i servizi di tumulazione, estumulazione ed esumazione di cui il Comune si fa carico direttamente senza costringere i cittadini agli onerosi passaggi di intermediazione forniti in passato”. Tacchetti puntualizza infine che l’episodio delle lampade votive spente a Montepagano, a cui faceva riferimento Di Giuseppe, andava riferito a un grosso guasto sulla linea elettrica di Montepagano che l’amministrazione ha risistemato con i suoi operai. “Massima attenzione dunque ai cimiteri, del resto le foto d’archivio veicolate da alcune testate sono recentissime visto che fanno riferimento a due mesi fa e il colpo d’occhio è ineccepibile”.

IL SERVIZIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *