Ruzzo Reti: nel primo semestre 2020 utile di un milione di euro

Ruzzo Reti: nel primo semestre 2020 utile di un milione di euro

Il Ruzzo ha chiuso il primo semestre del 2020 con un utile di esercizio di quasi un milione di euro. Bene anche il risultato economico della gestione del servizio idrico integrato, incrementato rispetto al semestre dell’anno precedente. E’ la stessa società acquedottistica a rendere noti i dati.

Sono positivi i dati che emergono dall’analisi della situazione finanziaria della società acquedottistica teramana, che ha chiuso il primo semestre del 2020 con un utile di esercizio di quasi un milione di euro. Bene anche il risultato economico della gestione del servizio idrico integrato, incrementato rispetto al semestre dell’anno precedente. Nel primo semestre del 2020, la Ruzzo Reti ha investito oltre 1.200.000 euro. I crediti risultano diminuiti di oltre un milione di euro rispetto al dicembre 2019. Questo è stato possibile grazie all’attività di recupero crediti che la Ruzzo Reti ha avviato a fine gennaio 2020. In caso di possibili perdite dovute al mancato incasso dei crediti, la Ruzzo Reti ha anche incrementato il fondo di svalutazione dei crediti. Ma i risultati più incoraggianti arrivano dai dati relativi ai debiti. A partire dai debiti verso le banche che sono diminuiti di quasi 900 mila euro rispetto al 31 dicembre del 2019. 

Aumentano, invece, i costi per i servizi, rispetto al mese di settembre 2019. L’incremento è dovuto all’aumento dei costi per la salvaguardia dell’ambiente, dunque le spese vanno per le analisi chimiche che si sono rese necessarie dopo l’emergenza Gran Sasso e per lo smaltimento dei fanghi prodotti dai depuratori e l’aumento dei costi per i servizi di autospurgo. Diminuisce, invece, rispetto al 2019, il costo del personale. Questo è stato possibile grazie ad una serie di misure adottate  per contenere il costo della forza lavoro. In particolare grazie alla riduzione delle ore di lavoro straordinario, che ha permesso di ridurre i costi di quasi il 50%. E’ previsto, inoltre, un ulteriore risparmio per il secondo semestre del 2020, quantificabile in circa 100 mila euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La diminuzione dei costi del personale può essere così sintetizzata: 1° trimestre 2020 € 160.000,00 circa, 2° trimestre 2020 € 450.000,00 circa, totale esercizio 2020 € 600.000,00 circa, esercizio 2021 stimato in circa 750.000,00 euro.

“La Ruzzo Reti sta lavorando”, annuncia la presidente Alessia Cognitti, “ad ulteriori migliorie, che entreranno in vigore nei prossimi mesi, che riguardano la gestione del numero verde e degli sportelli al pubblico per rendere più efficiente il servizio al cittadino. A breve, inoltre, sarà disponibile la nuova app aziendale che faciliterà numerose operazioni da casa. Questo non è certo il momento dei trionfalismi – sottolinea la Cognitti – ma la Ruzzo Reti sa di dover fare, e lo fa, la propria parte con rigore e serietà, in maniera che la popolazione non subisca ulteriori disagi e sia sostenuta nell’affrontare il difficile momento legato alla pandemia. In proposito ricordo a tutti i nostri riferimenti, a cui raggiungere i nostri operatori per informazioni e necessità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *