Sant’Egidio alla Vibrata, morì in un incidente con lo scooter: assolto l’altro automobilista

Sant’Egidio alla Vibrata, morì in un incidente con lo scooter: assolto l’altro automobilista

Assolto perché il fatto non sussiste. Questa la sentenza emessa ieri dal giudice del tribunale di Teramo, Lorenzo Prudenzano, nei confronti di Biagio De Antoniis, santegidiese difeso dall’avvocato Vincent Fanini, mettendo la parola fine alla drammatica vicenda accaduta la sera del 17 agosto 2014 a Sant’Egidio alla Vibrata. In un grave incidente stradale avvenuto quella sera in via Cesare Battisti tra uno scooter e un’automobile, perse la vita a causa dell’impatto il conducente della moto Emilio D’Egidio, anch’egli santegidiese. De Antoniis era alla guida dell’auto e venne rinviato a giudizio per omicidio colposo: a detta dell’accusa, avrebbe tagliato la strada, omettendo di dare la precedenza a D’Egidio, che proveniva dal senso opposto di marcia. Nell’istruttoria dibattimentale la dinamica dell’incidente è stata scrupolosamente ricostruita dal consulente tecnico nominato dal giudice, l’ingegner Gianluca Ciofani di Pescara. La difesa dell’imputato è riuscita a dimostrare che De Antoniis aveva assunto una condotta di guida all’insegna della prudenza e della diligenza, scagionando l’automobilista da ogni colpa e responsabilità in ordine al tragico evento. Evidenze accolte dal giudice che lo ha assolto con la formula più ampia, perché il fatto non sussiste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *