Sant’Egidio alla Vibrata: sequestrate oltre 126.000 mascherine prodotte per il Piemonte

Sant’Egidio alla Vibrata: sequestrate oltre 126.000 mascherine prodotte per il Piemonte

Prosegue l’azione della Guardia di Finanza di Teramo per scovare azioni commerciali illecite e dannose per il tessuto socio-economico. L’ultima operazione ha avuto come scenario Sant’Egidio alla Vibrata dove i finanzieri della Tenenza di Nereto hanno sequestrato 126.600 mascherine facciali prodotte in sub-appalto per conto della Regione Piemonte. I dispositivi generici di protezione, confezionati singolarmente, oltre al logo e alla dicitura “Regione Piemonte”, recavano sull’etichettatura esterna la dicitura “Prodotto e confezionato da aziende piemontesi”, quando nella realtà i finanzieri hanno constatato che sia la produzione che il relativo confezionamento avvenivano di fatto presso l’azienda teramana. A sua volta la ditta si è avvalsa anche di un’altra azienda, situata sempre in Val Vibrata, gestita da cinesi. Solo la materia prima veniva fornita dal committente. La descrizione del prodotto, attraverso la falsa attribuzione della provenienza delle mascherine, costituisce violazione del Codice del Consumo (D. Lgs. 206/2005). L’attività condotta dalla Guardia di Finanza provinciale dimostra la volontà dei militari di vigilare a tutela della libera concorrenza, della correttezza del mercato e soprattutto della salute dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *