Scuole aperte, gli studenti teramani chiedono screening mensile

Scuole aperte, gli studenti teramani chiedono screening mensile

Da oggi sono tornati in aula gli studenti abruzzesi delle scuole elementari e medie, mentre quelli delle superiori sono al 50% in classe e per l’altra metà in didattica a distanza. La Giunta esecutiva della Consulta provinciale degli studenti di Teramo, su richiesta degli studenti delle superiori, ha rivolto alle autorità competenti sanitarie e istituzionali, quali Regione, Provincia, Asl e Comuni con sedi di istituti superiori, un’istanza per ottenere lo svolgimento di una campagna di screening, con frequenza mensile, relativa al SARS-CoV-2 sull’intera popolazione scolastica.

“Tale misura – si legge in una nota – si rende necessaria al fine di consentire un rientro in sicurezza anche in considerazione del generale timore relativo alla ripresa delle lezioni in presenza e assume un ruolo ancora più importante in seguito ai malumori espressi da parte della popolazione scolastica. La Consulta si propone, inoltre, di istituire un tavolo con la Tua, l’azienda di trasporti abruzzese, per parlare e risolvere le problematiche dei trasporti sollevate dagli studenti. Gli studenti della provincia hanno sollevato un problema – conclude la nota – è nostro compito ora offrire delle soluzioni concrete, anche tramite il dialogo con le istituzioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *