Scuole: da domani controlli anti-assembramento delle forze dell’ordine

Scuole: da domani controlli anti-assembramento delle forze dell’ordine

La riapertura delle scuole, prevista per domani anche nella provincia di Teramo e le misure precauzionali assunte per il contenimento e la gestione dei contagi da COVID-19, al centro dell’odierna riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Tra gli argomenti all’ordine del giorno della riunione odierna del C.P.O.S.P., convocata dal Prefetto Angelo de Prisco, il quadro aggiornato della situazione provinciale e le misure intraprese per contenere, in previsione dell’imminente avvio dell’anno scolastico 2020/2021, il rischio di contagio da COVID-19. Alla riunione erano presenti, oltre ai vertici delle FF.OO., il Sindaco di Teramo G. D’Alberto, il referente della Regione Abruzzo/Servizio Emergenze dott.ssa G. Ragni e, quale rappresentante della A.S.L., il dott. V. Profeta. E’ stato quest’ultimo a delineare la situazione sanitaria, ad oggi, dei contagi da Covid-19 in provincia, notoriamente in incremento ma non in condizioni allarmistiche. Le strutture sanitarie deputate a tale emergenza epidemiologica, che garantiscono sul territorio il costante attento espletamento dei servizi di competenza, hanno attivato precise procedure – come da intese con gli Istituti scolastici della provincia – tese a prevenire, gestire ed indagare qualsiasi eventuale caso di contagio in ambito scolastico. Tali procedure – che fissano anche le modalità di effettuazione, in tempi rapidi, dei test e dei tamponi – saranno oggetto di specifica campagna informativa da parte della ASL. Nella circostanza, inoltre, nel prendere atto dell’impegno profuso dalle istituzioni scolastiche e dagli Enti locali per assicurare in tempi ristretti, ciascuno per quanto di competenza, l’attuazione delle prescritte misure sanitarie (sanificazione, norme didattiche, regolamenti anti assembramento, ecc.), il Consesso ha ritenuto necessario che venga costantemente richiamata l’attenzione di studenti e famiglie al responsabile rispetto, anche al di fuori dell’ambiente scolastico, delle prescritte corrette norme comportamentali anti-covid, al fine di evitare che vengano vanificati gli sforzi sinora profusi e che si determinino condizioni di diffusione del contagio. A tale obiettivo sarà finalizzata l’azione delle Forze dell’Ordine e delle Polizie Locali, che implementeranno, anche nelle aree prospicienti le scuole e le stazioni dei mezzi di trasporto, i servizi mirati al rispetto delle prescrizioni anti-assembramento. Con la riapertura delle scuole, nessun allarmismo dunque, ma solo una generale elevazione del livello di attenzione da parte di tutti, nessuno escluso, a tutela della pubblica e privata salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *