VIDEO | Serie C, Bombagi illude il Teramo: altro pareggio con l’Avellino

VIDEO | Serie C, Bombagi illude il Teramo: altro pareggio con l’Avellino

Il 2021 biancorosso si apre senza gli agognati tre punti che mancano dal lontano 18 novembre. Invece la prima del nuovo anno riserva al Teramo il quinto pareggio nelle ultime sette gare. A dividersi la posta in palio con il Diavolo è l’Avellino nello scontro diretto tra due delle cinque squadre appaiate al terzo posto in classifica. L’1-1 finale è frutto del vantaggio messo a segno da Bombagi nel primo tempo e del pareggio raggiunto nella ripresa dagli irpini su calcio di rigore trasformato da D’Angelo.

Difesa inedita per il Teramo, privo dello squalificato Soprano e dell’infortunato Lasik (oltre a Piacentini sempre ai margini per scelta societaria). Paci schiera Trasciani centrale accanto a Diakitè e la novità Costa Ferreira terzino destro. Viero in mediana accanto ad Arrigoni fa avanzare Santoro di qualche metro sulla linea di Bombagi e Ilari alle spalle di Pinzauti. L’esperto tecnico toscano Piero Braglia, invece, opta per il 3-5-2. Al 10′ il Teramo passa in vantaggio alla prima occasione: Bombagi è bravo ad approfittare di un rimpallo fortunato sugli sviluppi di una punizione battuta da Arrigoni e a superare Forte sul secondo palo. Al 12′ l’Avellino risponde con un colpo di testa di D’Angelo, perso dalla difesa biancorossa: conclusione debole tra le braccia di Lewandowski. Alla mezz’ora proteste degli irpini per un intervento molto al limite di Diakitè su Fella, imprendibile dopo aver saltato di netto Trasciani: per l’arbitro Caldera di Como tutto regolare. Prima del rientro negli spogliatoi ci prova Miceli su punizione, palla a lato.

La ripresa vede ancora un Avellino che pressa e non fa ragionare i costruttori del gioco biancorosso. I padroni di casa faticano a gestire il possesso palla e le avanzate dei lupi irpini che mettono spesso in difficoltà nell’uno contro uno i due centrali biancorossi. E’ così che nasce il pareggio. All’11’ Bernardotto punta Diakitè che lo affossa in area: è rigore. Dal dischetto D’Angelo pareggia con un preciso rasoterra. Nell’ultimo quarto d’ora è il Teramo a riconquistare campo. Dopo un tiro di Fella favorito da un fallo non ravvisato su Bombagi, è Costa Ferreira a mettersi in mostra in tre circostanze. Al 29′ il portoghese avanza in area e calcia tra le braccia di Forte. Un minuto dopo, ancora il terzino va al cross sfiorato da Pinzauti con la palla che colpisce il palo a portiere battuto. E’ sempre di Costa Ferreira il tentativo finale in pieno recupero con un destro che termina non lontano dall’incrocio dei pali. Finisce 1-1: domenica 17 gennaio ultima di andata per Arrigoni e compagni a Viterbo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *