VIDEO | Serie C, come un anno fa: la Virtus Francavilla passa a Teramo (0-1)

VIDEO | Serie C, come un anno fa: la Virtus Francavilla passa a Teramo (0-1)

Un anno fa di questi tempi (era l’8 marzo) la Virtus Francavilla sbancò il “Bonolis” con un gol di Vazquez. Fu l’ultima partita prima dello stop al campionato (si tornò in campo solo per i playoff) a causa dell’epidemia di Covid 19 che esplodeva in quei giorni. I pugliesi si confermano bestia nera del Teramo quando salgono in Abruzzo: biancorossi puniti con lo stesso punteggio (gol di Ciccone) e frenati nella corsa playoff. Seconda sconfitta casalinga consecutiva in cinque giorni dopo quella ad opera della Ternana. Un netto passo indietro della truppa di Paci rispetto al match con la capolista. La Virtus Francavilla, al contrario, spezza il digiuno di vittorie lungo nove gare e inaugurano nel migliore dei modi la gestione tecnica di Colombo (ex Reggiana, Sudtirol e Vicenza) subentrato a Trocini.

C’è un solo cambio nella formazione iniziale del Diavolo: non c’è Pinzauti, al suo posto Mungo. Undici titolare senza punte di ruolo, attacco fantasia (ma con poche frecce al proprio arco) con il 7 e Bombagi. Primo tempo al piccolo trotto. I biancorossi muovono palla troppo lentamente e faticano a trovare spazi nella folta metà campo pugliese. Ci prova Bombagi al 14′ in bella coordinazione ma il tiro finisce alto. Poco dopo Santoro (18′) tenta il bis della prodezza messa a segno con la Ternana, ma dal limite trova la risposta in tuffo di Costa. L’occasione più nitida al 28′: Bombagi mette Mungo davanti alla porta, il tiro di prima del trequartista è respinto con un piede da Costa. L’unica iniziativa degli ospiti è un mancino di Ciccone alto di poco al 34′. Ultimo timido tentativo biancorosso al 36′ con un sinistro centrale di Costa Ferreira.

In avvio di ripresa, al primo tentativo la Virtus Francavilla sblocca il match: è un sinistro deviato di Ciccone al 3′ ad ingannare Lewandowski con una traiettoria che si infila sul secondo palo. Il gol subito tramortisce il Teramo che non riesce ad organizzare una vera e propria reazione. Il ritmo della gara viene anche spezzato dall’infortunio all’arbitro Kumara di Verona: gioco fermo per parecchi minuti (saranno 11 di recupero) e sostituzione con l’ingresso in campo del quarto uomo Giaccaglia di Jesi. Paci alza il baricentro dei suoi passando alla difesa a tre e pescando dalla panchina Pinzauti (per Costa Ferreira) e Di Francesco (per Ilari). E Pinzauti ha due occasioni per pareggiare: all’81’ servito da un tocco arretrato di Di Francesco non trova lo specchio della porta da ottima posizione, mentre al nono di recupero alza troppo la mira con il sinistro.

Sconfitta che fa male alle ambizioni di classifica del Teramo, inchiodato all’ottavo posto a +7 dalla Viterbese, prima squadra fuori dalla griglia playoff. Domenica (ore 12:30) si torna in trasferta sul campo della Vibonese.

IL SERVIZIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *