VIDEO | Serie C, doppio Bombagi affonda il Bari (2-1): il Teramo ritrova il successo

VIDEO | Serie C, doppio Bombagi affonda il Bari (2-1): il Teramo ritrova il successo

Il Teramo spezza il digiuno che durava da due mesi e mezzo (ultima vittoria il 18 novembre contro il Foggia) battendo in rimonta il Bari, già bloccato all’andata sul risultato di parità. Come al “San Nicola”, anche al “Bonolis” a punire i “galletti” pugliesi è l’estro di Francesco Bombagi, autore della doppietta vincente. Quattro gol in campionato per il trequartista sardo, tre al Bari: un incubo per la squadra del patron De Laurentiis costruita per vincere il campionato. Partita intensa e avvincente, che il Bari ha buttato via sbagliando il rigore del possibile raddoppio (immenso Lewandowski) e che il Teramo ha ripreso nonostante due penalty falliti nel giro di due minuti, con Arrigoni e lo stesso Bombagi, abile a trasformare in rete la respinta di Frattali. La svolta del match è arrivata proprio a metà ripresa, col Bari ridotto in dieci per l’espulsione di Semenzato, autore dei due falli in area sul secondo dei quali è arrivato anche il giallo che lo ha mandato anzitempo negli spogliatoi. Strano il calcio: eroe di giornata proprio quel Bombagi che, fino a quel punto, era sembrato in giornata no, costretto più ad un lavoro di copertura sulla fascia destra che di supporto a Pinzauti.

Primo tempo di buon livello. Entrambe le squadre giocano a viso aperto e creano varie occasioni. La prima è sui piedi di Antenucci al 15′: il bomber dei pugliesi imbeccato da Marras non inquadra la porta. Due minuti dopo azione insistita del Teramo, cross di Vitturini (prova più che positiva all’esordio) per lo stacco di Bombagi che manda alto. Al 24′ il Bari passa: assist geniale di Marras per Antenucci che si presenta davanti a Lewandowski e lo supera con un pallonetto morbido sul secondo palo. Gol numero 13 in campionato per l’esperto attaccante cresciuto nelle giovanili del Giulianova. Il Teramo non si scoraggia e al 35′ sfiora il pari con un tuffo di Pinzauti che intercetta la sfera di testa sul primo palo ma spedisce a lato. Ancora biancorossi in attacco un minuto dopo con Mungo (felice conferma da mezzala dopo Palermo) che in scivolata gira in porta una palla difficile, Frattali fa buona guardia. Si torna negli spogliatoi con gli ospiti di Auteri avanti di un gol.

Nessun cambio in avvio di ripresa. Il Bari riparte meglio. Al 2′ contropiede barese che porta al tiro Antenucci, conclusione deviata da Marras e palla sul fondo. Subito dopo acrobazia di Marras buona solo per i fotografi. Al 9′ l’episodio che potrebbe chiudere la partita: pasticcio difensivo del Teramo e fallo netto di Tentardini su Antenucci. Dal dischetto Marras, prodezza di Lewandowski che si supera anche sulla ribattuta di Semenzato. Il Diavolo resta a galla e risorge. Al 22′ miracolo di Frattali sul colpo di testa di Bombagi indirizzato sul secondo palo. Al 26′ l’episodio chiave da cui la partita svolta completamente: sul cross di Arrigoni, il pallone sbatte sul braccio di Semenzato. Per Gualtieri di Asti è rigore. Lo stesso capitano biancorosso si presenta sul dischetto, Frattali para ma ancora Semenzato frana su Pinzauti e per l’arbitro è ancora rigore, più espulsione per doppio giallo dell’esterno ospite. Stavolta è Bombagi a presentarsi sul dischetto ma la conclusione fotocopia alla precedente è respinta ancora da Frattali, la palla però resta sulla linea e il 10 biancorosso la spinge in rete per il gol dell’1-1. L’inerzia passa dalla parte del Teramo che, approfittando dell’uomo in più, spinge alla ricerca della vittoria. E la trova al 35′. questa volta il gol di Bombagi è un capolavoro disegnato dal sinistro sotto l’incrocio della porta barese. Gioia Teramo per il successo che mancava da tanto tempo, disperazione Bari per una vetta che ora è lontana 11 punti. Martedì biancorossi a Foggia per il turno infrasettimanale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *