Serie C, il Teramo al doppio esame Avellino e Catanzaro

Serie C, il Teramo al doppio esame Avellino e Catanzaro

Dopo il successo esterno con la Sicula Leonzio che ha inaugurato il 2020 biancorosso nel migliore dei modi, il Teramo torna domani al Bonolis (fischio d’inizio alle 17:30) per la prima di due gare casalinghe consecutive (mercoledì nel recupero arriva il Catanzaro) che diranno molto sulle possibilità del Diavolo di scalare posizioni in classifica in ottica playoff. Contro l’Avellino di Eziolino Capuano (squalificato, ma sempre ostico per i colori biancorossi), reduce da cinque risultati utili consecutivi, Tedino farà a meno dello squalificato Viero e rilancerà dall’inizio Arrigoni in regia. Rispetto a 7 giorni fa tornano a disposizione Piacentini (si gioca una maglia da titolare con Soprano e Cristini al centro della difesa) e Mungo che, però, non è al meglio della condizione e potrebbe restare a guardare. Lasciando in questo caso spazio a Ilari e Santoro a centrocampo (sempre out Lasik, un ex peraltro), con la conferma di Costa Ferreira a dare manforte al duo d’attacco Bombagi (che attaccante non è) – Magnaghi. Salutato Cianci, ceduto in prestito al Carpi, difficilmente si vedrà in campo l’ultimo arrivato, il terzino sinistro belga Fiore. Curiosità per la considerazione che Tedino vorrà riservare a Martignago e Minelli, entrambi in bilico nel loro percorso teramano. Due gli ex tra gli irpini, che seguono il Teramo ad una sola lunghezza di distacco: il portiere Alessandro Tonti e il teramano doc Alessandro Di Paolantonio. Per quest’ultimo non sarà una partita come le altre, per la prima volta da ex in quello che è stato il suo stadio per cinque stagioni e protagonista della cavalcata trionfale verso la B, poi revocata. Tra gli ospiti esordio del difensore Bertolo, arrivato in questa sessione di mercato dal Picerno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *