Serie C, il Teramo domina: Ilari e Bombagi stendono la Paganese (2-0)

Serie C, il Teramo domina: Ilari e Bombagi stendono la Paganese (2-0)

Il Teramo ritrova la vittoria che mancava dalla gara casalinga con il Bari e, oltre ai tre punti, si gode una prestazione di ottimo livello. Il 2-0 inflitto alla Paganese non rispecchia il dominio dei biancorossi che hanno messo in tasca il successo nel primo tempo, controllando nella ripresa. Serata perfetta che restituisce al tabellino dei marcatori due elementi fondamentali come Ilari e Bombagi. Sesto posto in classifica per il Diavolo che risale la china.

Primo tempo a senso unico. Partenza aggressiva del Teramo che dopo una manciata di secondi porta già al tiro Santoro, deviazione e palla in angolo. Il ritmo della gara è blando, il che favorisce le trame dei biancorossi. Si arriva così, senza scossoni, al vantaggio: minuto 18, cross di Costa Ferreira, controllo e tiro da centravanti d’area di Ilari che ritrova il gol (sesto stagionale) dopo un lungo digiuno. Supremazia dei padroni di casa confermata anche dalla bella azione del raddoppio: minuto 27, Pinzauti si inventa rifinitore per Bombagi che di prima non perdona Baiocco. Anche per il trequartista sardo si tratta del sesto centro in campionato. La Paganese, semplicemente, non c’è. Il Teramo prova a colpire ancora al 34′ con un colpo di testa di Bombagi (il più pericoloso) su corner di Arrigoni. Al 37′ si invertono i ruoli con Bombagi che cerca Pinzauti, colpo di testa in leggero controtempo e pallone alto. Ultima conclusione ancora del numero 10 che non inquadra la porta dal limite dell’area.

Nella ripresa la formazione di Paci amministra senza rischiare nulla e anzi si avvicina alla terza rete in due occasioni con Pinzauti: al 54′ l’attaccante viene anticipato al momento del tiro, servito da un ottimo Santoro; al 59′ la giocata se la costruisce da solo evitando un difensore e anticipando con la punta del piede il portiere, ma la sfera accarezza il palo. Al 70′ l’unico tiro in porta del match della Paganese: il neo entrato Mendicino chiama Lewandowski alla respinta in tuffo. La giornata perfetta dei biancorossi viene macchiata solo nel finale da due episodi. A dieci dal termine Piacentini riceve la seconda ammonizione identica alla prima (scivolone e fallo su Diop lanciato a rete): salterà la gara di domenica con il Catanzaro. Come lui Bombagi, ammonito ingenuamente in pieno recupero (era diffidato).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *