Serie C playoff | Catanzaro-Teramo: la vigilia di Cetteo Di Mascio

Serie C playoff | Catanzaro-Teramo: la vigilia di Cetteo Di Mascio

Anche il quinto ciclo di tamponi anti-Covid19, effettuati sabato scorso, ha dato esito negativo per il gruppo squadra. I biancorossi, dopo aver svolto regolarmente in mattinata il secondo test sierologico, a distanza di quattordici giorni dal precedente, hanno sostenuto la classica rifinitura pre-gara al “Bonolis”, prima della partenza in pullman per la trasferta playoff di Catanzaro (primo turno della fase di girone, in programma martedì 30 giugno alle ore 20:30).

Queste le dichiarazioni del tecnico Cetteo Di Mascio rilasciate in conferenza stampa domenica pomeriggio: “Credo vadano considerate tutte le variabili, dalla condizione fisica alle contrapposizioni dei sistemi di gioco che devono tendere a mettere in difficoltà l’avversario così come a limitarlo: sono questi i pensieri che animano la vigilia di un allenatore prima di una gara playoff. Il fatto che non ci sia pubblico rappresenta un vantaggio per chi va a giocare fuori casa, così come lo è oggettivamente avere due risultati su tre a disposizione. Non credo sia nelle nostre corde aspettare gli avversari, per il sistema di gioco dovremo valutare le caratteristiche dei nostri uomini e quelle dell’avversario. Di fatto abbiamo in infermeria qualche titolare di troppo: non ci saranno Lasik (lieve risentimento al flessore, ndr), Fiore, Costa Ferreira e Tomei, su Tentardini invece vogliamo valutare meglio il fastidio accusato ieri. In porta ci sarà Valentini, questo è certo. Di Matteo? Sarà convocato, ma non ha la condizione per giocare: essendo però un uomo spogliatoio, mi sembra importante la sua presenza. Mungo? Lo trovo un ragazzo versatile, a mio parere ha cervello e tattica individuale per diventare il più forte play della categoria. Viero? Rappresenta per noi il futuro, potenzialmente forte, ma ha ancora bisogno di tanto lavoro, mentre Arrigoni ha l’esperienza giusta anche all’interno del gruppo, con caratteristiche tecnico-tattiche sicuramente diverse. Sulle scelte definitive aspettiamo gli ultimi due allenamenti. Non sarà l’anagrafe a decidere la formazione, a maggior ragione in questo momento. Catanzaro? Hanno trame di gioco collaudate, a mio giudizio è una delle compagini più apprezzabili dal punto di vista del gioco, è ben allenata e con individualità di spessore”. Pensiero finale sul proprio team: “Ho visto una squadra di professionisti sia quando hanno lavorato a casa nei mesi passati che al momento del ritorno sul campo, è chiaro che è importante vederli bene tra 48 ore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *