VIDEO | Serie C: Teramo beffato dal Potenza come all’andata (0-1)

VIDEO | Serie C: Teramo beffato dal Potenza come all’andata (0-1)

Finisce come all’andata, con il Potenza che conquista tre punti immeritati con il minimo scarto. Ma rispetto alla gara in terra lucana, il Teramo ha giocato meglio degli avversari risultando più pericoloso (anche due traverse per i biancorossi). Non è bastato per evitare la seconda sconfitta casalinga consecutiva, la prima per Cetteo Di Mascio. Nel turno infrasettimanale valido per la 28^ giornata, il tecnico del Diavolo opta per il 4-3-3 e parte con Piacentini e Cristini al centro della difesa, Viero in regia, Mungo mezzala sinistra e Cappa (tra i più positivi) ala destra. In panchina Soprano, Arrigoni, Ilari e Costa Ferreira.

Partono forti i padroni di casa che al 6′ colpiscono la traversa con un traversone di Cappa sospinto dal vento impetuoso che sferza il Bonolis. Gli ospiti di mister Raffaele ci provano due minuti più tardi con Silvestri, libero di colpire indisturbato di testa: palla fuori non di molto. Al 16′ filtrante di Mungo (bene per tre quarti di gara) per Magnaghi che in diagonale lambisce il palo. Al 33′ ci prova Bombagi (altra prova opaca) anticipando il suo marcatore sul cross di Cancellotti, senza riuscire ad indirizzare verso la porta. Al 35′ si fa male Viero sostituito da Arrigoni. Ci si aspetta una migliore regia da parte dell’ex Lecce rispetto all’acerbo compagno di reparto, ma così non sarà. Torna a riaffacciarsi in avanti il Potenza al 36′ con Murano che tira di prima intenzione costringendo Tomei all’intervento in angolo. E’ l’unica parata del portiere di casa. Al 41′ ultima opportunità della prima frazione per il Diavolo: Cappa serve Mungo libero a sinistra, conclusione sul primo palo bloccata da Ioime in due tempi.

Anche nella ripresa è il Teramo a menare le danze ma con meno incisività. Anzi l’unico sussulto arriva al 13′ con due occasioni ravvicinate: Magnaghi, pescato in area da Bombagi, colpisce la seconda traversa biancorossa con un sinistro deviato da un difensore; sul conseguente angolo testa di Cristini che trova la grande risposta di Ioime. Non sembra esserci spazio per la rete ospite che, invece, arriva al 19′ a gelare i 1.875 presenti al “Bonolis”. La marcatura di Murano è di pregevole fattura, ma trova un’opposizione troppo morbida da parte di Cristini, piantato dallo scatto dell’attaccante lucano, bravo poi a superare Tomei con un tocco morbido. La gara del Teramo finisce qui. Non c’è reazione da parte dei padroni di casa, ai quali Di Mascio toglie anche certezze con i cambi che si rivelano improduttivi (Minelli e Birligea per Santoro e Cappa).

Finisce con la seconda sconfitta casalinga consecutiva e una classifica che, alla vigilia della trasferta di Pagani in programma domenica, vede scivolare il Teramo all’ottavo posto, con soli 3 punti di margine che lo tengono in zona playoff.

Teramo (4-3-3): Tomei; Cancellotti, Cristini, Piacentini, Tentardini; Santoro (20′ st Minelli), Viero (35′ pt Arrigoni), Mungo; Cappa (27′ st Birligea), Magnaghi, Bombagi. A disp. Valentini, Lewandowski, Florio, Soprano, Costa Ferreira, Pincelli, Iotti, Ilari, Fiore. All. Di Mascio

Potenza (3-4-3): Ioime; Sales, Giosa, Emerson; Coccia, Coppola, D’Angelo (18′ Gassama), Silvestri; Ricci, Murano (29′ st Viteritti), Golfo (10′ st Dettori). A disp. Santopadre, Brescia, Panico, França, Grande, Di Somma, Longo, Souare, Iacullo. All. Raffaele

Arbitro: Ricci di Firenze (Di Maio di Molfetta e Centrone di Molfetta) sferza

Reti: Murano al 64′

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *