VIDEO | Serie C, tra Teramo e Catanzaro equilibrio e poche emozioni (0-0)

VIDEO | Serie C, tra Teramo e Catanzaro equilibrio e poche emozioni (0-0)

Non riesce al Teramo il bis del successo centrato sette giorni fa contro la Paganese. Nella seconda gara casalinga consecutiva finisce 0-0 con il Catanzaro. Avversario di ben altra caratura rispetto ai campani, ma che non ha praticamente mai tirato verso la porta di Lewandowski. Peccato che, di fatto, altrettanto abbiano fatto i biancorossi, ai quali è mancata la capacità di creare occasioni nitide da gol. Ne è uscito un pareggio tutto sommato giusto, che non accontenta nessuno.

Trasciani e Mungo in campo dal primo minuto per il Diavolo al posto degli squalificati Piacentini e Bombagi. Lunga la lista degli infortunati ai quali si è aggiunto alla vigilia anche Soprano. Gara equilibrata nel primo tempo. La difesa del Teramo riesce a prendere subito le misure agli attaccanti avversari Evacuo e Curiale che non chiamano mai in causa Lewandowski. Ci prova tre volte, invece, Costa Ferreira. Le più pericolose al 17′, con un destro dalla lunga distanza che chiama Di Gennaro alla respinta in posa plastica, e al 28′ senza riuscire ad imprimere alla sfera il giro giusto. Senza reti all’intervallo dopo un primo tempo godibile pur se privo di emozioni.

Nella ripresa le premesse battagliere vengono rapidamente deluse. Nessuna delle due squadre riesce a rendersi pericolosa, il Catanzaro probabilmente per un calo fisico dovuto ai tre impegni settimanali sostenuti, il Teramo per mancanza di idee e di alternative in panchina (Kyeremateng e Gerbi le uniche mosse di Paci). Neanche l’espulsione per doppio giallo di Scognamillo al 76′ dà la forza al Teramo di aggredire l’avversario nella parte finale della gara per cercare il guizzo vincente. L’ultimo ad arrendersi è Santoro che prova il destro a giro all’ultimo respiro senza fortuna. Finisce con uno 0-0 piuttosto deludente, che non serve a molto ma permette ad entrambe le squadre di restare agganciate ai rispettivi obiettivi. Il Teramo torna in campo sabato, alle 12:30, a Catania.

TERAMO (4-4-2): 22 Lewandowski, 16 Vitturini, 23 Diakite, 4 Trasciani, 3 Tentardini; 20 Ilari, 21 Santoro, 6 Arrigoni (K), 8 Costa Ferreira (Vk); 11 Pinzauti (90′ 36 Gerbi), 7 Mungo (72′ 29 Kyeremateng).
A disp.: 12 D’Egidio, 17 Di Francesco, 19 Bellucci, 24 Persiani, 28 Viero, 35 Lombardi.
All.: Paci.

CATANZARO (3-5-2): 33 Di Gennaro, 14 Scognamillo, 13 Fazio, 5 Martinelli (Vk); 32 Garufo (74′ 27 Casoli), 8 Verna (59′ 10 Parlati), 4 Corapi (K) (74′ 21 Risolo), 18 Di Massimo (78′ 20 Riccardi), 34 Porcino; 7 Curiale (59′ 23 Baldassin), 17 Evacuo.
A disp.: 22 Branduani, 3 Contessa, 9 Jefferson, 15 Molinaro, 16 Pierno, 19 Gatti, 25 Grillo.
All.: Calabro.

Arbitro: sig. Nicolò Marini di Trieste.
Assistenti: sigg. Roberto Fraggetta di Catania e Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto.
Quarto uomo: sig. Tommaso Zamagni di Cesena.
Ammoniti: Trasciani (T), Scognamillo (C), Santoro (T), Corapi (C), Tentardini (T), Kyeremateng (T).
Espulsi: Scognamillo (C).
Recupero: 0’pt, 4’st. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *