Servizio Raccolta Rifiuti, Roseto invia le linee guida all’Agir in vista della nuova gara

municipio roseto

Servizio Raccolta Rifiuti, Roseto invia le linee guida all’Agir in vista della nuova gara

Il sindaco di Roseto Sabatino Di Girolamo ha inviato una lettera al presidente dell’Agir Pierluigi Bindi, al Consiglio direttivo e all’assessore regionale all’Ambiente Nicola Campitelli in vista della scadenza del servizio di gestione dei rifiuti a Roseto che scadrà a maggio 2020, allegando uno studio commissionato dal Comune. Come è noto infatti, trascorsi alcuni mesi dall’insediamento dell’Agir è stato fatto divieto ai Comuni di indire nuove procedure di gara per l’affidamento dei servizi di spazzamento, raccolta e trasporto poiché ogni competenza in materia è stata attribuita al nuovo organismo regionale.

Da qui la necessità del Comune di Roseto di sollecitare l’autorità regionale affinchè ponga in essere tutte le iniziative che servono ad arrivare a un nuovo affidamento senza ritardi in modo da scongiurare l’ eventualità di una interruzione del servizio.

“Come Comune di Roseto intanto – spiega il sindaco Di Girolamo –  abbiamo fatto la nostra parte per accompagnare agevolmente questo percorso, visto che l’ente ha commissionato a uno studio tecnico l’elaborazione di alcune linee guida finalizzate a ridisegnare il servizio di raccolta e a ottimizzarlo declinandolo sulle caratteristiche morfologiche di una città come Roseto”.

“Abbiamo deciso di sottoporre le risultanze dello studio all’Agir –  spiega l’assessore all’Ambiente Nicola Petrini – in modo che l’autorità valuti questo studio in occasione della predisposizione della gara. In questo modo non solo andremo a dare un contributo sostanziale alla velocizzazione dei tempi da parte dell’autorità – spiega Petrini – ma soprattutto, qualora le indicazioni delle linee guida fossero recepite, l’Agir potrebbe elaborare una gara che consentirebbe al Comune di Roseto di far risparmiare circa il 20% dei costi attualmente sostenuti sul servizio di raccolta. Risparmi che potrebbero essere reinvestiti nei servizi di pulizia o in un ulteriore alleggerimento delle tariffe a carico dei cittadini”. “Auspichiamo – conclude il sindaco – che le linee guida del Comune che le ha volute elaborare per ottimizzare il servizio, possano costituire un utile riferimento alla predisposizione dei documenti di gara da parte dell’Agir. Del resto non sfugge che la raccolta porta a porta ha un’incidenza dei costi notevole, e al tempo stesso sul territorio permangono micro-discariche frutto di un’inciviltà diffusa e difficile da debellare nonostante la capillarità e la puntualità del servizio reso. Da qui l’invito all’Autorità competente a rimodulare il servizio in modo che possa essere maggiormente efficace affinchè abbia costi meno impattanti. Spero che l’Agir dunque possa trovare utile il nostro contributo ai fini della pubblicazione della gara, anche per prevenire qualsiasi forma di proroga”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *