Silvi, dal 1 gennaio scatta il bonus sociale per le famiglie in difficoltà

Silvi, dal 1 gennaio scatta il bonus sociale per le famiglie in difficoltà

Il Servizio Sociale del Comune di Silvi comunica che viste le difficoltà sociali ed economiche causate dalla pandemia e con l’inverno alle porte, il bonus sociale, ossia lo sconto sulle bollette per le famiglie in difficoltà economiche, sarà automatico a partire dal primo gennaio 2021.

Il bonus permette alle famiglie in difficoltà con ISEE fino a 8.265 euro (che sale a 20.000 euro se si tratta di famiglia numerosa) di usufruire di sconti sulle utenze di acqua, luce e gas. A questi aiuti cumulabili tra loro, è possibile aggiungere il bonus elettrico per disagio fisico per coloro che consumano energia elettrica per apparecchiature mediche per sé o per un familiare. I bonus hanno durata di un anno e dal 1° gennaio 2021 la domanda e il rinnovo saranno automatici per le famiglie che ne hanno i requisiti. Il bonus gas permette di ottenere uno sconto a seconda del luogo di residenza, del numero dei membri della famiglia e delle modalità d’uso del gas.

L’agevolazione potrà essere ricevuta in bolletta se utente diretto o come bonifico bancario se indiretto. Il bonus luce è uno sconto sulla bolletta elettrica basato sulla numerosità del nucleo familiare. Parte da € 125 per le famiglie con due componenti, arriva a €148 per 3-4 e fino a € 173 per i nuclei con 4 o più membri. L’agevolazione dipende dal tipo di forniture e non varia al variare del fornitore. con un importo variabile a seconda dei componenti del nucleo familiare. Da € 125 per le famiglie con due componenti, a € 148 per 3-4 componenti fino a € 173 per le famiglie numerose con almeno 4 figli a carico. Il bonus dipende dalla fornitura e non varia se si cambia fornitore. Il bonus acqua varia nella quantità a seconda della tariffa d’uso e copre fino a 50 litri d’acqua al giorno per persona. L’ammontare dipende dalla propria tariffa e vale per utenti diretti con fornitura individuale per quelli indiretti con fornitura centralizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *