Silvi, nel nuovo piano demaniale marittimo spiagge per cani e per lo sport

Silvi, nel nuovo piano demaniale marittimo spiagge per cani e per lo sport

Con l’acquisizione della relazione geologica e di quella socio-economica, si è conclusa la fase propedeutica all’esame della bozza della variante al Piano demaniale marittimo comunale di Silvi, elaborata dall’Ufficio demanio. “Nonostante le difficoltà derivate dalla crisi sanitaria in atto – ha detto il sindaco Andrea Scordella – abbiamo ricevuto nel tempo previsto le due relazioni che ci consentono di passare alla fase più importante dell’iter di adozione della variante al PDCM con la quale intendiamo dare una svolta decisiva allo sviluppo turistico della città che nella spiaggia e nel mare ha i suoi punti di forza. Siamo partiti dalla necessità di recepire le nuove norme contenute nel Piano demaniale regionale per aprire nuove prospettive all’uso sostenibile e intelligente del demanio marittimo e dello specchio acqueo affidato alla gestione dei Comuni”.

Diverse le novità introdotte nello strumento urbanistico che Scordella anticipa: “Alcune fanno riferimento alle opere di difesa della costa esistenti e in fase di realizzazione che prevediamo di utilizzare, dotandoli di idoneo arredo urbano, come pontili percorribili a piedi. Altre interessanti novità sono la definizione di un’area permanente destinata a bau beach; il recupero di ulteriori spazi da destinare a spiagge libere e l’utilizzazione dei manufatti demaniali per fini commerciali ampliandone il ventaglio delle tipologie finora previste. Particolare attenzione – ha aggiunto Scordella – è dedicata alle attività ludico, ricreative e sportive per le quali è previsto uno spazio permanente adibito a beach arena. Nello strumento tecnico che andremo ad approvare, sarà indicato anche uno specchio acqueo destinato in permanenza allo svolgimento di manifestazioni artistiche e sportive a mare. Particolare attenzione – prosegue il primo cittadino – è stata posta all’accessibilità all’arenile e alle strutture balneari da parte delle persone portatrici di handicap. Per gli operatori balneari, oltre alle novità introdotte dal Piano demaniale regionale, saranno previsti sgravi di tasse comunali in caso di investimenti effettuati per interventi migliorativi ecocompatibili e per l’uso di fonti energetiche alternative. Prima di portare in consiglio comunale l’esame e l’adozione della variante – conclude Scordella – consulteremo le forze politiche e gli operatori turistici e balneari”. La bozza, acquisiti i pareri degli enti che partecipano alla Conferenza dei Servizi, sarà sottoposta alla Valutazione ambientale strategica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *