Solidarietà col Senegal: proposta di gemellaggio Dakar-Giulianova

Solidarietà col Senegal: proposta di gemellaggio Dakar-Giulianova

Poste le basi per il gemellaggio tra le città di Dakar e Giulianova. Questa mattina, nella sala consiliare del Comune di Giulianova, si è svolta la conferenza stampa alla presenza del console onorario della Repubblica Senegalese Tullio Galluzzi. Presenti anche il sindaco Jwan Costantini, la vice ed assessore alle politiche sociali Lidia Albani, la presidente ed il collaboratore dell’associazione umanitaria giuliese “Colibrì Onlus” Ambra Di Pietro ed Egidio Casati. La proposta di concretizzare il patto d’amicizia tra le due realtà nasce da molto lontano e trova terreno fertile nell’impegno del Colibrì in Senegal in ambito solidale, sanitario ed economico. Un’azione di solidarietà concreta che parte dal 2014, anno in cui l’associazione ha iniziato la sua attività benefica con l’invio di container di aiuti umanitari a Sindia, piccolo villaggio del Senegal, e con la realizzazione di un presidio sanitario ben attrezzato, definito dal ministro della sanità senegalese, in una missiva precedentemente inviata al sindaco Costantini, “come una vera eccellenza nel raggio di chilometri”. Ma l’impegno dei giuliesi Ambra Di Pietro ed Egidio Casati si è concretizzato anche nei settori dell’edilizia e della scuola, nella nascita di cooperative agricole, che hanno creato possibilità di lavoro per ben 47 senegalesi rientrati dall’Italia, contribuendo, nel piccolo, a scongiurare il fenomeno dell’immigrazione e nella realizzazione di pozzi d’acqua, commissionati da importanti aziende nazionali ed internazionali. Alla luce del virtuoso operato dell’associazione giuliese, illustrato al sindaco di Dakar Soham El Wardini dal console onorario Tullio Galluzzi, l’amministrazione comunale della città africana ha approvato la proposta di gemellaggio con Giulianova, inviando comunicazione ufficiale al sindaco Costantini.

“Vorrei ringraziarvi per l’interesse dimostrato per la città di Dakar e attendo con impazienza che questo patto d’amicizia abbia luogo – si legge nella missiva inviata dal sindaco El Wardini al primo cittadino giuliese – è anche con piacere che concordo sul fatto che le nostre due città possano sigillare questo gemellaggio basato sulla nostra ricchezza culturale ed economica, nonché sui valori sociali ed etici”.

“Se oggi siamo qui a porre le prime basi di questo patto d’amicizia con Dakar lo dobbiamo all’impegno encomiabile dell’associazione Colibrì – ha dichiarato Costantini – una settimana fa abbiamo ricevuto dal sindaco Soham El Wardini la prima lettera d’intenti per la proposta di gemellaggio, che porterà alle nostre comunità lo sviluppo concreto di progetti e collaborazioni sul sociale, sulla sostenibilità ambientale, sul turismo, sulla cultura e sullo scambio commerciale e produttivo. Dakar, che nel 2022 ospiterà i Giochi olimpici giovanili estivi, è gemellata con importanti realtà metropolitane come le città di Washington, Marsilia, Ann Arbor, Algeri e Milano e, con molta umiltà, ci riempie d’orgoglio che la nostra piccola comunità sia stata scelta per sigillare questa unione. Porteremo la proposta di gemellaggio nel Consiglio comunale del 10 luglio, dove mi auguro venga votata all’unanimità, per poter così partire immediatamente con le pratiche burocratiche, al fine di concretizzare questo obiettivo, e studiare insieme al console Galluzzi e al Colibrì la prima missione di presentazione a Dakar della nostra stupenda cittadina”.

“Gli obiettivi fondamentali del gemellaggio sono molteplici – ha dichiarato Lidia Albani– tra cui la creazione di rapporti umanitari significativi con le istituzioni senegalesi e di strumenti d’azione interculturale che possano favorire lo scambio di esperienze nella gestione delle questioni locali, oltre alla promozione del sostegno ambientale e dell’occupazione attraverso il coinvolgimento dei nostri imprenditori. Ringrazio il Colibrì per questa importante attività di intermediazione tra le nostre comunità, resa possibile grazie ai tanti progetti umanitari portanti avanti in Senegal e non solo che, di certo, danno lustro all’intera città. Auspichiamo che il Consiglio comunale voti favorevolmente, così da darci modo di formare il comitato che si occuperà di seguire tutte le pratiche burocratiche e rendere reale il gemellaggio”.

“Oggi per noi è un giorno memorabile che ci ripaga di tutto il lavoro fatto in questi anni – ha dichiarato la presidente del Colibrì Onlus Ambra Di Pietro – come è giusto che sia le nostre attività umanitarie sono andate avanti nel silenzio ma oggi siamo fieri che vengano alla luce, soprattutto perché sono rappresentative del buon cuore di un popolo, quello di Giulianova”. “Siamo fieri di aver fatto conoscere la nostra città per le sue qualità sociali – ha dichiarato Egidio Casati – l’anno scorso abbiamo ospitato la sorella del sindaco di Dakar Rose Wardini, che ha potuto conoscere la nostra realtà più da vicino, toccando con mano quanto siano estesi e consolidati i legami che abbiamo creato con gli enti, le aziende ed i privati, a livello nazionale ed internazionale”.

“Questo è un giorno da ricordare che unisce indissolubilmente il popolo senegalese con quello giuliese – ha dichiarato il console Galluzzi – e di questo devo ringraziare il sindaco Costantini, la vice Albani e gli amici dell’associazione Colibrì. Ho seguito, negli anni, il loro operato e sono rimasto meravigliosamente sorpreso dei grandi risultati raggiunti, che hanno ottenuto l’elogio del Ministero della Sanità senegalese, del sindaco di Dakar e presto anche del presidente del Senegal Macky Sall, dal quale li accompagnerò io stesso. Oggi scriviamo la prima pagina di questo splendido patto d’amicizia che sono certo regalerà alle nostre comunità eccezionali opportunità di crescita e di sviluppo sociale, culturale, turistico ed economico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *