Teramo, “A scuola di dono”: premiati i vincitori del concorso della Fidas

Teramo, “A scuola di dono”: premiati i vincitori del concorso della Fidas

Si è conclusa con la premiazione delle scuole vincitrici la seconda edizione del concorso nazionale “A scuola di dono” promosso dalla Fidas. L’iniziativa, declinata a livello locale dalle varie federate dell’associazione dei donatori di sangue, ha come sempre l’obiettivo di diffondere la cultura della donazione del sangue e degli emocomponenti fra i giovani. Numerosi, e tutti meritevoli di apprezzamento, i lavori inviati dagli studenti. Una apposita commissione costituita dalla Fidas Teramo, presieduta dallo psicologo Ernesto Albanello, ha valutato gli elaborati scegliendo i vincitori.

Il primo premio è stato assegnato alla classe 5^ A della scuola primaria Teramo-Cona dell’Istituto Comprensivo Teramo 5 “Falcone e Borsellino”. Gli studenti hanno realizzato un video nel quale hanno ripercorso tutta l’attività di ricerca e approfondimento sulla donazione del sangue, che li ha portati a vestire i panni di “attori” di una rappresentazione grazie alla quale sono diventati loro stessi testimoni e divulgatori presso altre classi della cultura del volontariato e della solidarietà. Ai vincitori è andato un premio di 250 euro in buoni acquisto per materiale didattico: il loro lavoro concorrerà, inoltre, alla fase nazionale del concorso.

Al secondo posto si è classificata la classe 3^ C della scuola primaria Serroni dell’Istituto Comprensivo Teramo 4 San Nicolò: per loro un buono acquisto da 200 euro per materiale didattico. Al terzo posto, infine, la classe 3^ A della scuola primaria Teramo-Cona dell’Istituto Comprensivo Teramo 5 “Falcone e Borsellino”: per loro un buono acquisto da 150 euro per materiale didattico.

Questa mattina una delegazione della Fidas Teramo, guidata dal presidente Gabriella Di Egidio, ha visitato le scuole vincitrici per consegnare i premi. All’appuntamento presso la scuola primaria della Cona, accolti dalla dirigente scolastica Maria Letizia Fatigati, erano presenti anche il vescovo di Teramo, Lorenzo Leuzzi, il direttore generale della Asl, Maurizio Di Giosia, la direttrice del Centro Trasfusionale dell’ospedale di Teramo, Gabriella Lucidi Pressanti, il presidente del Comitato di quartiere Cona, Domenico Bucciarelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *