Teramo, al premio “Di Venanzo” gli omaggi a Francesco Rosi e Luigi Malerba

Teramo, al premio “Di Venanzo” gli omaggi a Francesco Rosi e Luigi Malerba

“CIAK SI GIRA Francesco Rosi/Gianni Di Venanzo” la mostra di Orio Caldiron e Paolo Speranza arriva a Teramo per celebrare un sodalizio artistico che realizzò cinque autentici capolavori, i primi cinque film di Francesco Rosi in cui il regista napoletano si avvale del talento e della sensibilità del teramano Di Venanzo che in quegli anni cambia in maniera decisiva il lavoro del direttore della fotografia. La mostra allestita da oggi, 1 ottobre, lungo Corso San Giorgio, in pieno centro a Teramo, è possibile visitarla fino al prossimo 11 ottobre. I pannelli-totem propongono foto di scena relative ai cinque film realizzati insieme dal regista Francesco Rosi e dal direttore della fotografia Gianni Di Venanzo: La sfida (1958), I magliari (1959), secondo nastro d’argento per Di Venanzo, Salvatore Giuliano (1962), terzo nastro d’argento, Le mani sulla città,(1963), Il momento della verità, (1965).

Sabato prossimo, 3 ottobre, alle 17.30, presso l’Ipogeo di Piazza Garibaldi a Teramo, ci sarà il primo dei due omaggi che il 25° Premio Di Venanzo tributa ad uno dei più grandi scrittori italiani: Luigi Malerba, pseudonimo di Luigi Bonardi (Pietramogolana, 11 novembre 1927 – Roma, 8 maggio 2008). Alla presenza della moglie Anna Lapenna Malerba sarà presentato il libro-raccolta “Tutti i racconti”. Parteciperanno all’incontro Gino Ruozzi, che ha riunito tutti i racconti dello scrittore e sceneggiatore, il critico letterario Simone Gambacorta e la storica della letteratura italiana Lucilla Sergiacomo.

Il secondo omaggio per Malerba, nel suo ruolo di regista questa volta, ci sarà venerdì 9 ottobre quando al cineteatro Comunale di Teramo, alle 20.00, sarà proiettato il suo film Donne e soldati in cui si avvvalse proprio di Gianni Di Venanzo quale direttore della fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *