Teramo, “Andrà tutto BIKE”: progetto ciclopedonale nel quartiere San Berardo

Teramo, “Andrà tutto BIKE”: progetto ciclopedonale nel quartiere San Berardo

Due professionisti teramani, uno avvocato (Luca Carbonara), l’altro architetto (Luca Falcone), redigono e mettono a disposizione gratuitamente un progetto per la realizzazione di un percorso ciclopedonale nel quartiere San Berardo, lungo via Tevere fino al polo scolastico della ex “Molinari”, in piazza Aldo Moro.

“Il progetto – spiegano in una nota – nato all’origine con lo scopo di promuovere la mobilità sostenibile nel collegamento casa-scuola, ha mostrato ulteriori possibili significativi profili di interesse, arrivando a migliorare ed incrementare la vivacità della vita di quartiere, l’interazione fra le persone, la cura ed il decoro dei luoghi e degli spazi pubblici, incrementando quindi non solo i piccoli e grandi spostamenti urbani in sé, ma alimentando positivamente le interazioni con negozi ed attività nonché lo stesso commercio di prossimità, valorizzandolo”. Carbonara e Falcone osservano che il progetto “sarebbe realizzabile in pochissimi giorni se non al massimo in qualche settimana, stante la normativa emergenziale che ha in parte modificato alcune disposizioni del codice della strada, agevolando la realizzazione di un tale progetto che, previa verifica, sarebbe poi facilmente tramutabile da opera temporanea ad opera definitiva tramite l’impiego, oltretutto, di modestissime risorse economiche”. Ad agevolare l’idea sono state le caratteristiche della sede stradale, “che garantisce sia una linearità che una larghezza senza eguali, trattandosi di vero e proprio rettilineo, con pochissime intersezioni o incroci gravosi, che percorre e penetra integralmente un quartiere altamente popoloso e densamente abitato”. I due professionisti evidenziano che “le piste ciclabili ed i percorsi cliclopedonali attrezzati, oltre ad aumentare la qualità della vita dei quartieri, apportano a medio-lungo termine ulteriori benefici che vanno ben oltre il decremento del traffico. Tali opere, difatti, sono pensate non solo per incentivare l’uso quotidiano della bicicletta come mezzo di trasporto, ma nascono anche a tutela della sicurezza delle categorie più deboli e, più in generale, degli utenti della strada più sensibili e vulnerabili, come i disabili, i più piccoli che transitano assieme ai genitori, gli anziani con deambulatori o altri ausili, nonché carrozzine, passeggini e tante altre categorie ancora”.

Il progetto di Carbonara e Falcone prevede la riorganizzazione della carreggiata in maniera da ospitare un percorso a doppio senso di marcia della larghezza totale di 3,5 metri totalmente a raso. Lo spostamento dei parcheggi esistenti al centro della carreggiata permette invece la protezione del percorso dal traffico veicolare. I due proponenti annunciano che nei prossimi giorni ufficializzeranno formalmente il progetto ciclopedonale “Andrà tutto BIKE” agli uffici preposti del Comune di Teramo, mettendolo a libera disposizione di ordini professionali e associazioni, affinché possano migliorarlo ed integrarlo con il proprio contributo di idee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *