Teramo, approvata la delibera per le telecamere di videosorveglianza

Teramo, approvata la delibera per le telecamere di videosorveglianza

La giunta municipale di Teramo, su indirizzo dell’Assessore Valdo Di Bonaventura, ha approvato il progetto esecutivo del 2° lotto del programma di riqualificazione ed efficientamento degli impianti di pubblica illuminazione, denominato “Paride”. Nel quadro degli interventi previsti nel progetto, figura quello relativo alla installazione di 48 telecamere per la video sorveglianza.

E’ così raggiunto uno degli obiettivi perseguiti dall’amministrazione comunale da tempo, la cui piena attuazione è stata finalmente possibile ad esito di una non facile procedura tecnico-amministrativa e con i rallentamenti causati anche dall’emergenza determinata dal Covid19. Il secondo lotto del progetto oggi approvato, è suddiviso in due stralci: videosorveglianza urbana; completamente dell’ampliamento della rete di pubblica illuminazione.

Con il 1° Stralcio – Videosorveglianza urbana – si è rimodulata la fornitura e posa in opera di 42 telecamere, offerta in sede di gara, passando alla realizzazione “ex novo” di un impianto completo di 48 telecamere, comprendente finanche la futura gestione e manutenzione per 4 anni rinnovabili. I siti nei quali saranno installate, sono stati individuati dal Corpo di Polizia Municipale di concerto con le Forze dell’Ordine e, una volta definiti nella loro interezza, verranno debitamente comunicati.

La parte del progetto relativa all’ampliamento delle rete di pubblica illuminazione contempla, oltre alla sostituzione con lampade LED delle sorgenti luminose dei restanti 195 corpi illuminanti esistenti, anche: la sostituzione completa di 60 quadri elettrici e di linee elettriche di alimentazione ammalorate per complessivi 326 m; la rimozione di n° 9 carichi esogeni; l’estensione dell’impianto di pubblica illuminazione per altri 76 punti luce, distinta in diversi sottointerventi riassunti per zone: Sparazzano , Via Gabriele Manthonè , Via Rivacciolo, SS81Via Ignazio Silone, Domenico Nardini a Putignano, Contrada Cecco, Fonte del Latte, Villa Butteri, Via Brodolini, Via Marsili a Colleatterrato, Via Falzon a Colleatterrato, Via Montanelli a Colleatterrato, Scaccia a Sant’Atto Alto, Sardinara, Miano, Villa Ripa, Via Biondi a Colleatterrato, Sottopasso di viale Europa, Piazzetta del sole, Sardinara 1, Sardinara 2, Pali fotovoltaici n°7 (case sparse).

Il progetto Paride ha la finalità di ammodernare tutto il parco luci del territorio perseguendo contestualmente la riduzione del consumo energetico, l’aumento dell’efficienza e la diminuzione dei costi di gestione e manutenzione.

Il Sindaco D’Alberto sottolinea: “Finalmente, dopo dieci anni, riusciamo a garantire un intervento così significativo. La procedura ha subìto sicuramente dei ritardi anche in relazione ai tempi da noi inizialmente preventivati, ma questo perché abbiamo voluto evitare il ripetersi di situazioni che nel passato avevano impedito il reale funzionamento degli impianti, e perché abbiamo inteso lavorare in raccordo con le forze dell’ordine. Ricordo che avevamo ereditato un sistema privo di manutenzione, che proprio per questo era assolutamente inefficace e inattuabile. Ora l’obiettivo è raggiunto, in maniera direi anche virtuosa visto che abbiamo ottenuto il risultato grazie alle possibilità offerte dal progetto di ammodernamento della pubblica illuminazione”.

Per l’assessore Valdo Di Bonaventura: “Il percorso è stato lungo perché ci siamo preoccupati di prevedere la manutenzione e di mettere a punto tutti gli aspetti che ci garantiscono di avviare e far funzionare il sistema in perfetta efficienza. Per quanto riguarda la pubblica illuminazione, diamo una risposta in particolare alle frazioni con l’introduzione di punti-luce molto attesi e richiesti. Rimarco che laddove dovessero verificarsi aree scoperte, interverremo con le autonomie di spesa“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *