Teramo, atti persecutori e maltrattamenti in famiglia: un arresto e un allontanamento

Teramo, atti persecutori e maltrattamenti in famiglia: un arresto e un allontanamento

I Carabinieri di Teramo hanno eseguito due misure cautelari personali, emesse dal GIP del Tribunale di Teramo. La prima nei confronti di un uomo di 67 anni di Torricella Sicura al quale è stato vietato di avvicinarsi a meno di un chilometro dai luoghi frequentati dalla donna vittima dei suoi atti persecutori. A seguito della denuncia i Carabinieri hanno svolto tutti gli accertamenti del caso, appurando che l’uomo da circa un anno perseguitava la vittima con continui pedinamenti, appostamenti nei luoghi da lei frequentati e minacce. Tutti comportamenti finalizzati a convincere la donna a intrattenere con lui una relazione sentimentale.

Una donna di Teramo di 59 anni è stata invece sottoposta agli arresti domiciliari nell’ambito di un procedimento penale per maltrattamenti in famiglia nei confronti della madre ultranovantenne, per cui era stato attivato il codice rosso. La donna, a seguito delle indagini dei Carabinieri che hanno accertato reiterate percosse e minacce nei confronti dell’anziana, già in passato era stata destinataria di due misure cautelari (un divieto di avvicinamento alla vittima e un “divieto di dimora” nel comune di Teramo). Poiché non sono state rispettate sono scattati gli arresti domiciliari in un altro domicilio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *