Teramo, concessione dei loculi cimiteriali ridotta di 10 anni

Teramo, concessione dei loculi cimiteriali ridotta di 10 anni

Il regolamento sulla gestione dei servizi cimiteriali approvato nel Consiglio comunale di Teramo mercoledì 17 marzo introduce una nuova tassa sui cittadini. E’ quanto afferma in un comunicato stampa il capogruppo di Italia Viva, Flavio Bartolini. Quella che l’esponente renziano definisce come “brutta sorpresa” è la riduzione a 30 anni (dai precedenti 40) della durata della concessione del loculo. In questo modo “il cittadino è costretto a pagare il rinnovo in anticipo di 10 anni“, sottolinea Bartolini, quantificando l’esborso tra 400 e 600 euro circa, “secondo le tariffe che peraltro non sono state aggiornate”. Il cittadino, in questo modo, dovrà pagare l’eventuale passaggio all’ossario dieci anni prima.

“Visto che era già stata ridotta la concessione a 40 anni – osserva Bartolini – questa ulteriore riduzione per noi è un ingiusto aggravio di spese sui cittadini. Trent’anni sono veramente pochi a nostro parere, soprattutto per una famiglia che ha perso un caro da giovane”. Corretta invece, accogliendo un emendamento di Italia Viva, la riduzione della concessione delle cappelle da 99 a 60 anni. Bartolini conclude segnalando che il tariffario pubblicato sul sito della TeAm non è ancora aggiornato e riporta ancora come durata della concessione 40 anni+10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *