Teramo, epatite C: network tra medici di base, epatologi e infettivologi

Teramo, epatite C: network tra medici di base, epatologi e infettivologi

Sabato 6 marzo, alle 8.30, per i medici della provincia di Teramo si svolgerà il convegno ECM, in formato webinar, dal titolo “Network ospedale-territorio in Epatologia: nuove opportunità”, organizzato da Improve communications. Il convegno nasce dall’esigenza di completare il trattamento dei pazienti con Epatite cronica C che sono numerosi nella nostra provincia. Attualmente tutti i cittadini possono usufruire di terapie efficacissime e prive di effetti collaterali rilevanti, con tassi di completa guarigione molto alti, fino al 95-98%. Ciò ha portato ad una importante riduzione dei casi di scompenso epatico e di mortalità per cirrosi.

“Tuttavia oggi in Italia – riferisce il dottor Pierluigi Tarquini – sono stati curati meno della metà di tutti i malati, che si calcola potrebbero esser più di 600.000, per cui è necessario far emergere il sommerso che potrebbe portare in un prossimo futuro alla eliminazione di tale malattia. Infatti, l’Organizzazione Mondiale della Sanità punta alla eradicazione dell’infezione da HCV entro il 2030″.

Il 2020, causa Covid, ha segnato una rilevante frenata nell’avvio delle terapie anti-HCV, malgrado che la Commissione affari sociali della Camera dei deputati ha dato il semaforo verde all’avvio di programmi di screening per un piano nazionale di contrasto dell’epatite C. Da qui nasce l’esigenza nella Provincia di Teramo di avviare una collaborazione tra medici di medicina generale, epatologi ed infettivologi ospedalieri, tesa a semplificare le operazioni che portano i pazienti ad essere avviati a questa formidabile terapia.

I medici di medicina generale delle UCCP della provincia di Teramo, con il loro rappresentante Siriano Cordoni, l’epatologo Pierluigi Tarquini, il responsabile della Uosd Malattie Infettive dell’ospedale di Teramo, dottoressa Antonella D’Alonzo, si incontreranno in questo convegno per creare un network teramano per la lotta anti-epatite C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *