Teramo, Frangioni (Fdi) critica D’Alberto: “Fa solo slogan ma niente fatti concreti”

Teramo, Frangioni (Fdi) critica D’Alberto: “Fa solo slogan ma niente fatti concreti”

Il consigliere provinciale di Teramo ed esponente di Fratelli d’Italia, Luca Frangioni, critica duramente il sindaco Gianguido D’Alberto tramite un comunicato. “Non sta a me valutare un farmaco”, e poi invece lo valuta e lo consiglia, senza avere competenza medica, scientifica o organizzativa. “Bisogna fare i tamponi su tutti”, ma non c’è alcuna evidenza dell’efficacia di un simile provvedimento. Infine, questa mattina, l’ennesimo slogan: “serve un manager o una task force” sanitaria per governare l’emergenza Coronavirus alla Asl di Teramo”, perché la situazione con i contagi dei sanitari sarebbe sfuggita di mano. 
Il sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, dovrebbe rassicurare i suoi concittadini con azioni e parole che siano di reale sostegno a chi si sta adoperando in un momento difficilissimo per il nostro sistema sanitario, per i malati, per le loro famiglie che soffrono con la paura di non poter vedere più i loro cari.

Il sindaco dovrebbe smettere di coniare uno slogan al giorno solo per proseguire la sua esposizione mediatica poichè non fa altro che seminare il caos nell’azienda sanitaria locale e il panico nella popolazione oltre che sminuire l’immane lavoro di medici, infermieri, OSS e tutti coloro i quali quotidianamente svolgono il loro preziosissimo lavoro dentro i nostri nosocomi. Il sindaco del capoluogo e presidente dell’Anci abruzzese, D’Alberto, sottoponga i suoi dubbi al confronto istituzionale. Magari potrebbe scoprire davvero cosa stanno facendo la Regione Abruzzo e la Asl di Teramo per affrontare l’emergenza. 

In circonvallazione Ragusa c’è un’unità di crisi costantemente al lavoro, un’attività incessante di vertici e dirigenti aziendali per reagire alla situazione, ed infine un serrato confronto, con la massima disponibilità al dialogo, nei confronti della Regione, delle altre Asl e delle altre istituzioni scientifiche e sanitarie (Ministero della Salute, Iss, Izs) per adeguare e migliorare la risposta all’emergenza Coronavirus. 
In questo estremo momento di difficoltà il sindaco D’Alberto dovrebbe fare appello per primo a quel senso di responsabilità istituzionale che, sono sicuro, è più grande della sua voglia di esposizione mediatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *