Teramo, i Podemos liquidano la Di Timoteo: “Interessata solo a un posto”

Teramo, i Podemos liquidano la Di Timoteo: “Interessata solo a un posto”

A distanza di 36 ore dal comunicato con cui la consigliera comunale Francesca Chiara Di Timoteo ha annunciato l’addio ad Insieme Possiamo e l’approdo al gruppo misto, arriva la risposta dei suoi ex compagni dei Podemos. Ed è una risposta che rimanda al mittente tutte le accuse rivolte al sindaco Gianguido D’Alberto dopo l’allargamento della maggioranza e della Giunta a 9 componenti, motivazioni che hanno spinto la Di Timoteo all’uscita dal raggruppamento civico.

“Se si vuole parlare di doppia personalità, allora dalla consigliera Di Timoteo abbiamo tutti da imparare – esordisce la nota – Altrimenti come valutare l’ermeticità o il silenzio della consigliera in ogni riunione di gruppo, di maggioranza e nella stragrande maggioranza dei consigli comunali, messe a confronto con le prese di posizione degli ultimi giorni? Cara Francesca – proseguono i Podemos – se avevi così tanto da dire, perché dal confronto sei scappata? Avevi paura del contraddittorio? Come valutare i pochi, secchi e decisi messaggi, ripetuti in questi mesi in cui la consigliere Di Timoteo chiedeva che l’allora Teramo 3.0 venisse cacciata dalla maggioranza e alcuni assessori rimossi, paragonati con le prime righe del suo ultimo comunicato in cui prende le difese della Marroni? Cara Francesca qual è il tuo reale pensiero? Probabilmente la verità è un’altra – si spinge oltre il comunicato dei componenti di Insieme Possiamo – a te del progetto politico, di Teramo, della candidatura e vittoria di Gianguido è sempre fregato ben poco. Del resto non ricordiamo la tua presenza nelle fasi del ballottaggio, ma abbiamo ben presente la tua ricomparsa il 24 giugno scorso. Diciamoci la verità – continua il comunicato – a te interessava solo la tua posizione, un tornaconto concreto. E allora vogliamo essere franchi con te: hai fatto bene ad uscire da Insieme Possiamo, perché qui non c’è spazio per personalismi. Ci siamo candidati per scrivere una storia diversa, non per ripetere una stagione passata in cui “o faccio io l’assessore o andiamo tutti a casa”. È finito il tempo dei ricatti politici – concludono i consiglieri di Insieme Possiamo – Ti aspettiamo quando vorrai parlare e confrontarti con i problemi di Teramo, dei teramani, quando avrai soluzioni da offrire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *