Teramo, il consigliere Verzilli: “Traffico insostenibile presso il Parco della scienza”

Teramo, il consigliere Verzilli: “Traffico insostenibile presso il Parco della scienza”

Con un comunicato stampa, il consigliere comunale Ivan Verzilli ha denunciato la situazione del traffico e dei parcheggi presso il Parco della Scienza.

Corre l’obbligo di segnalare e stigmatizzare il problema del traffico insostenibile presso il Parco della scienza e della relativa carenza di parcheggi.

Come è noto, da anni molti uffici del Comune di Teramo risultano ubicati presso il Parco della scienza nel quartiere Gammarana, laddove è pure instaurato il Consiglio comunale. Purtroppo, dallo scorso mese di ottobre 2021, l’Amministrazione ha sciaguratamente messo a disposizione lo stesso plesso per collocare l’Hub vaccinale della ASL di Teramo, con il risultato che – oltre alle automobili dei dipendenti comunali, quelle degli amministratori comunali e quelle degli utenti degli uffici comunali – si sono aggiunte le auto di tutti coloro che si recano al centro vaccinale, sia perché vi lavorano e sia perché debbono vaccinarsi o accompagnano i vaccinandi.

La situazione ha aggravato il carico di traffico sull’intero quartiere, rendendo difficoltoso spostarsi in entrata o in uscita, con l’ulteriore aggravio dei nuovi utenti della zona commerciale appena insediatasi nello stesso quartiere. La condizione più grave è rappresentata dalla carenza di parcheggi, oramai del tutto insufficienti per il carico di utenza, cui si aggiunge la difficoltà viaria delle strade strette e a senso unico, nonché senza uscita, che caratterizzano la zona, già oberata dalla presenza di centri sanitari quali laboratori di analisi e studi associati di pediatria territoriale.

Pertanto, nel segnalare l’oggettiva e assoluta inopportunità di ubicare in loco l’Hub vaccinale della ASL, per responsabilità di una poco avveduta Amministrazione comunale, sono a chiedere che la Direzione dell’Azienda Sanitaria provveda con urgenza a ripensare la collocazione del centro vaccinale – cui peraltro accedono anche molti cittadini dei comuni limitrofi – in un luogo più consono alla fluidità del traffico e alla capienza dei parcheggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *