Teramo, la Asl nega gli atti sul nuovo ospedale: Berardini (M5S) va in Procura

Teramo, la Asl nega gli atti sul nuovo ospedale: Berardini (M5S) va in Procura

“La Asl di Teramo continua a nascondere gli atti del project financing per il nuovo ospedale di Teramo ad un parlamentare della Repubblica, non ottemperando alla decisione del Difensore Civico regionale”. Con questa motivazione, riportata in una nota, il deputato del Movimento 5 Stelle, Fabio Berardini, annuncia il ricorso alla Procura di Teramo contro la decisione dell’azienda sanitaria, comunicata ieri allo stesso parlamentare, che ha confermato il diniego all’accesso agli atti relativi al progetto del nuovo ospedale.

“È inaccettabile e gravissimo che l’azienda pubblica regionale non ottemperi alla decisione di un altro organo della stessa regione, come il Difensore Civico, che aveva accolto il ricorso da me presentato – dichiara Berardini – Con l’istanza erano stati chiesti sia i documenti depositati dal privato circa la proposta di project financing, sia i documenti del procedimento istruttorio formati dalla ASL, atti che purtroppo vengono tuttora nascosti”. Berardini, ricordando che la battaglia sulla trasparenza è condivisa anche dal Coordinamento dei Comitati di Quartiere di Teramo, annuncia che “ricorreremo immediatamente alle autorità giudiziarie competenti e scriveremo alla Procura della Repubblica, ribadendo il nostro no alla privatizzazione della sanità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *