Teramo, la Polizia blocca tre pregiudicati e sanziona due locali del centro

Teramo, la Polizia blocca tre pregiudicati e sanziona due locali del centro

Nella serata di venerdì 29 ottobre, la Polizia Locale di Teramo ha rafforzato i controlli antidegrado in vista delle festività del ponte di Ognissanti. Era ormai l’una di notte quando un veicolo ha forzato un posto di blocco istituito per il controllo alcolemico. Ne è scaturito un inseguimento culminato in Corso Porta Romana che è stato illuminato dalle sirene della polizia locale. Gli agenti hanno bloccato ed identificato tre pregiudicati i quali, durante la fuga, si erano disfatti di un bilancino di precisione.

Sottoposti a perquisizione, veniva rinvenuto un grosso coltello dalla lama di ben 20 cm. Un soggetto veniva pertanto denunciato per porto abusivo di arma impropria  con contestuale sequestro dell’arma.

Ora rischia la pena dell’arresto da  sei mesi a due anni e l’ammenda da 1.000,00 a 10.000,00 euro.  L’individuo è stato inoltre sanzionato per inottemperanza all’alt, ai sensi dell’art.192 del codice della strada, la sanzione sarà irrogata dal Prefetto, per un importo da 1.362 a 5.456 euro.

 Nella stessa serata, a seguito di sinistro stradale, la persona coinvolta nell’incidente veniva sorpresa alla guida con patente sospesa.

Nel frattempo, nel centro di Teramo, altra pattuglia della Polizia Locale, ha ispezionato una nota pizzeria aderente alla  protesta “Io apro”, sanzionandola per violazione alle normative anticovid per un importo da 400,00 a 1.000,00 euro. Seguiranno ulteriori accertamenti per verificare eventuali recidive ai fini di comminare la chiusura provvisoria del locale per cinque giorni. Un secondo locale, centro nevralgico della movida teramana, è stato invece multato ai sensi dell’art. 69 del Testo Unico di Pubblica Sicurezza, in quanto effettuava in modo non occasionale trattenimenti danzanti a mezzo di “dj set” e senza rispettare la normativa anticovid che impone il dovuto distanziamento, oltre alla L. 447/95, ossia la legge quadro sull’inquinamento acustico. Ora i locali, in aggiunta alle pesanti sanzioni, rischiano la sospensione dell’attività da parte delle Autorità competenti.

Infine, nell’ambito di specifico servizio di ordine pubblico disposto dalla Questura di Teramo, gli uomini della Locale sono impegnati, in vista del G20, in operazioni di prevenzione finalizzate al controllo sui mezzi pubblici diretti verso la capitale, onde monitorare le partenze con eventuale controllo sui bagagli. Plauso del Comandante della Polizia Locale, Ten. Col. Franco Zaina, per la professionalità ed i risultati raggiunti nel corso delle operazioni da parte del personale operante che  prestava la propria attività lavorativa in straordinario, avendo già prestato servizio nella mattinata. Risultati raggiunti, nonostante la cronica carenza organica che oramai attanaglia  il Corpo di Polizia Locale di Teramo, con un organico di 30 unità, rispetto alle oltre 80 previste dalla legge regionale sulla Polizia Locale che disciplina i modelli operativi ed organizzativi delle Polizie Locali operanti nella Regione Abruzzo.

Giacomo Novelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.