VIDEO | Teramo: meno morti sulle strade, ma aumentano incidenti e feriti

VIDEO | Teramo: meno morti sulle strade, ma aumentano incidenti e feriti

Diminuiscono i morti sulle strade in provincia di Teramo, ma questo è l’unico dato confortante perché, al contrario, gli incidenti aumentano e con essi i feriti. Il quadro viene tracciato dall’Automobile Club su dati del Rapporto Aci-Istat relativi al 2018. Le vittime sul territorio provinciale sono state 19 (due in meno rispetto al 2017), ma ben 1.238 i feriti (+112 da un anno all’altro) e 848 gli incidenti (76 in più). Il parco circolante corrisponde a circa 280.000 veicoli. Sono numeri in controtendenza rispetto ai dati nazionali che, oltre al calo dei morti, fanno registrare anche una diminuzione di incidenti e feriti (rispettivamente dell’1,5% e delll’1,7%). Il trend è costantemente positivo visto che, rispetto al 2010, le vittime della strada diminuiscono del 19,2%. Tornando a Teramo, l’Aci evidenzia come siano i giovani l’utenza particolarmente a rischio di incidenti e conseguenze gravi. Infatti dal Rapporto 2018 emerge che delle 19 vittime, quatto avevano un’età tra i 18 e i 29 anni, sei tra i 30 e i 54 anni e nove oltre i 65 anni. Per quel che riguarda i feriti emerge invece che 273 sono compresi tra i 18 e i 29 anni, mentre 524 tra i 30 e i 54, 441 nelle restanti fasce d’età.

«La sicurezza stradale – commenta il presidente dell’Aci Teramo Carmine Cellinese – dipende da tre componenti: l’uomo, il veicolo e la strada. Di questi solo il secondo ha registrato, nel tempo, importanti progressi. Molto invece resta da fare – prosegue Cellinese – sul piano delle infrastrutture e del comportamento umano, fattori riconducibili alla maggioranza dei sinistri che si verificano ogni anno”. Per l’Aci Teramo la sicurezza stradale rimane un obiettivo prioritario da perseguire attraverso la formazione dei giovani, visto che gli incidenti sono la prima causa di morte per i ragazzi tra i 14 e i 25 anni. Per formare gli studenti attraverso percorsi di educazione stradale nelle scuole secondarie di primo grado, l’Aci Teramo ha acquistato un simulatore di guida per motoveicoli in grado di riprodurre tutte le condizioni stradali e di trasmettere al guidatore autentiche sensazioni di guida. Il simulatore verrà utilizzato per il progetto “La sicurezza si fa strada” con i ragazzi che si apprestano a conseguire il patentino per la guida dei motorini. Le prossime tappe del progetto coinvolgeranno tra la fine di febbraio e la metà di marzo le scuole di Silvi, Roseto e Castiglione Messer Raimondo per un totale di 21 classi e 403 alunni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *