Teramo, mozione di Italia Viva: “Valorizzare la Via Mariana”

Teramo, mozione di Italia Viva: “Valorizzare la Via Mariana”

I consiglieri comunali di Italia Viva Flavio Bartolini, Giovanni Luzii e Osvaldo Di Teodoro presentano una mozione per l’implementazione della Via Mariana, il percorso coincidente con l’antica strada Teramo-Campli-Civitella del Tronto. Un percorso pedonale “di interesse paesaggistico e turistico” della lunghezza complessiva di circa 20 chilometri, dei quali i primi cinque nel territorio del Comune di Teramo, a partire dal lungofiume Vezzola fino a Villa Rupo. Si tratta dell’itinerario che ogni anno dal 2010, l’8 maggio, nel giorno della festa della mamma, viene attraversato dalla passeggiata ecologica organizzata dall’associazione “Angeli” di Teramo, che ha dapprima messo in collegamento lungo l’antica Via Mariana il capoluogo con la Scala Santa di Campli, e dal 2014 ha esteso tale passeggiata (ridenominata “Itinerario Mariano”) mettendo in collegamento il santuario della Madonna delle Grazie di Teramo, Santa Maria in Platea e Scala Santa di Campli, Santa Maria dei Lumi di Civitella del Tronto. Il percorso, censito, mappato e fotografato dal Coordinamento Ciclabili Abruzzo Teramano, ha valenza paesaggistica, storica, culturale e religiosa.

I consiglieri di Italia Viva chiedono all’amministrazione di attivare le procedure propedeutiche alla redazione dei progetti per la concreta manutenzione dell’infrastruttura viaria, attivando un tavolo di lavoro con la Provincia di Teramo, con il Comune di Campli e con il Comune di Civitella del Tronto sia per la fase progettuale, sia per l’individuazione dei finanziamenti necessari, ferma restando l’interlocuzione con la Regione, con il Governo e con l’Unione Europea per la ricerca di tutte le fonti di finanziamento utili. L’itinerario, rilevano ancora Bartolini, Luzii e Di Teodoro, rappresenterebbe anche una viabilità alternativa nel percorso casa-scuola-lavoro, nonché un collegamento fra il centro storico e il palazzetto dello sport di Scapriano, con lo scopo di ridurre il traffico veicolare contribuendo ad uno sviluppo attento all’ambiente e alla salute. Il Comune di Teramo dovrebbe soprattutto realizzare una passerella ciclopedonale sul Vezzola, immediatamente sotto la località Scapriano nelle adiacenze dell’antico “ponte degli Stucch”, oltre a provvedere alla manutenzione del percorso esistente e alla opportuna segnaletica turistica fino ai confini del territorio comunale presso Villa Rupo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *