Teramo, nasce il coordinamento del centrodestra proposto da Covelli

Teramo, nasce il coordinamento del centrodestra proposto da Covelli

“Buona la prima, anzi direi ottima”. Così commenta Alberto Covelli, uno dei sette candidati sindaci delle ultime amministrative, l’adesione al suo invito rivolto al centrodestra di iniziare a costruire l’alternativa all’attuale maggioranza del sindaco D’Alberto. “La proposta di rimettere insieme, attraverso un coordinamento, un patto di consultazione permanente, la totalità dei gruppi civici e di centrodestra, è stata condivisa da tutti ed infine nella serata di venerdì è stato svolto il primo incontro tra tutti i consiglieri comunali del centrodestra cittadino”, rende noto Covelli. All’incontro hanno partecipato anche il coordinatore comunale di Fratelli d’Italia Raimondo Micheli, il fondatore di Verso Giacomo D’Ignazio, e il promotore della lista Oltre Federico Agostinelli. “La voglia di tornare a stretto giro maggioranza nell’assise civica e di restituire un buon governo alla città ha portato il gruppo a protrarre la riunione sino a tarda ora al fine di affrontare, già al primo incontro, la discussione sul tema del nuovo ospedale – comunica Covelli – con la presa d’atto della confusione e della incapacità di prendere decisioni da parte della giunta D’Alberto, che appare intenta più alle spartizioni politiche che non a governare decentemente la città. L’unico vero fatto nuovo, a Teramo – incalza Alberto Covelli – è dunque rappresentato non già dagli allargamenti e dai restringimenti politici operati dal sindaco, dalla sua ag-giunta, dai litigi quotidiani all’interno della sua maggioranza, numericamente ancora esistente ma politicamente a fine corsa, bensì dalla riorganizzazione dell’area civica e di centrodestra, che si appresta sin d’ora a costruire un’alternativa seria e credibile, di rinnovamento vero e nel segno delle competenze, rispetto ad un’amministrazione comunale che ha già deluso tutti, a cominciare dai suoi opachi e spesso ignoti interpreti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *