Teramo, Philarmonia Chambers Players in concerto per la Riccitelli

Teramo, Philarmonia Chambers Players in concerto per la Riccitelli

Nuovo appuntamento della 41ͣ  Stagione dei Concerti 2019/2020 della Società della Musica e del Teatro “Primo Riccitelli” lunedì 25 novembre alle ore 21 nell’Aula Magna del Convitto Nazionale “M. Delfico” con i  Philarmonia Chambers Players, Fabrizio Falasca e Sarah Oates al violino, Yukiko Ogura viola, Eric Villeminey al violoncello.  Insieme a loro, il violinista Gabriele Pieranunzi e la talentuosa Jin Ju al pianoforte.

Gabriele Pieranunzi e’ uno dei violinisti italiani più rappresentativi della sua generazione. Premiato in alcune tra le principali competizioni internazionali tra cui Premio Paganini di Genova, Tibor Varga di Sion e Ludwig Spohr a Friburgo, e’ stato diretto da Jeffrey Tate, Gianandrea Noseda e Vladimir Fedoseyev. Recentemente ha inciso per Decca Universal.

Jin Ju, medaglia d’oro al RNCM di Manchester, ha iniziato la sua carriera internazionale dopo essere stata premiata al Concorso Tschaikovsky di Mosca e al Queen Elisabeth di Bruxelles.

Le sue registrazioni con l’etichetta MDG hanno vinto l’Echo Klassik Prize e il Gran Prix du disque Frederic Chopin a Varsavia nel 2015. E’ attualmente docente di pianoforte nell’Accademia Pianistica di Imola, Artist in Residence nell’Accademia Cristofori di Firenze e Guest Professor al Conservatorio di Musica di Pechino.

Phlharmonia Chamber Players e’ un gruppo formato dalle prime parti della Phlharmonia Orchestra di Londra, con musicisti di diverse nazionalita’: violinista italiano, violinista sudafricana,  violista giapponese e violoncellista francese. Insieme, i sei artisti danno vita a una formazione davvero straordinaria e un progetto musicale ambizioso. Parimenti straordinario infatti è il programma del concerto, con l’esecuzione della Sonata postuma di Ravel, il Quintetto in fa minore per pianoforte e archi di Franck, fino al capolavoro del grande compositore francese Ernest Chausson, il prezioso e poco frequentato Concerto op.21, una composizione scritta sul finire del XIX secolo di grande raffinatezza e dall’insolita strumentazione.

Una nuova serata di grande musica assolutamente da non perdere!

Biglietti in vendita nella sede della Riccitelli fino alle 13 di lunedì mattina e al botteghino del Convitto dalle ore 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *