Teramo, rilancio economico: la Provincia nomina i tre esperti per i progetti

Teramo, rilancio economico: la Provincia nomina i tre esperti per i progetti

Sabrina Saccomandi, Filippo Lucci e Antonio Ortenzi, teramani con esperienze professionali in ambito nazionale, sono i tre esperti nominati dal presidente della Provincia, Diego Di Bonaventura, sulla base delle deliberazioni assunte all’unanimità sia dal Consiglio Provinciale che dall’Assemblea dei Sindaci. I tre professionisti saranno a disposizione anche degli enti locali e delle parti sociali per le iniziative che hanno un valore strategico in ottica di area vasta. Dovranno lavorare alla progettazione delle misure finanziabili con i fondi straordinari stanziati da Europa e Governo per contrastare gli effetti negativi del Covid 19. Economia, infrastrutture e turismo gli ambiti di intervento. Tutti e tre collaborano con la Provincia a titolo gratuito.

“Usare bene i finanziamenti a disposizione, usarli per produrre un reale cambiamento intervenendo su quegli aspetti che rappresentano una criticità alla crescita, individuare pochi e strategici progetti lavorando in collaborazione con gli enti locali, con le altre istituzioni pubbliche e con le parti sociali – sottolinea Di Bonaventura – un modello di intervento agile perché agile e veloce dovranno essere le nostre azioni in un tempo che sta stravolgendo sistemi di vita e di lavoro. Ai tre esperti va la nostra gratitudine per aver accettato questo impegno a titolo gratuito e in uno spirito di servizio per la propria comunità. Si tratta di professionisti che hanno una visuale ampia, uno sguardo nazionale ed europeo, esperti di progettazione con una solida pratica nella costruzione di reti di lavoro”. La Provincia, inoltre, ha chiesto ad una serie di istituzioni, dall’Università alla Asl, dalla Camera di Commercio all’IZS, di designare dei referenti per materia in maniera da arricchire con contributi specialistici il livello di progettazione. Per gli incontri e le riunioni sarà privilegiata la formula digitale e in remoto con la costruzione di una serie di webinar su tavoli specifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *