Teramo, si dimette l’assessore alla cultura Luigi Ponziani

luigi ponziani

Teramo, si dimette l’assessore alla cultura Luigi Ponziani

L’assessore Luigi Ponziani questa mattina ha rimesso nelle mani del Sindaco il proprio mandato. La decisione, maturata da tempo e fino ad oggi ritardata dalla richiesta del sindaco D’Alberto di soprassedere, è stata comunicata questa mattina da Ponziani nel corso della riunione di Giunta. Contestualmente, Ponziani ha consegnato a D’Alberto il resoconto dell’attività svolta nei 15 mesi di mandato. Si tratta della prima defezione della giunta D’Alberto che potrebbe aprire ora una verifica approfondita dell’attività di tutti gli assessori. Mentre sullo sfondo rimane l’allargamento della maggioranza alle componenti consiliari che fanno capo a Mauro Di Dalmazio e Giovanni Cavallari, propedeutico a un nuovo assetto della squadra di assessori.

“Ragioni di diverso segno non mi consentono di garantire con la necessaria continuità, assiduità e efficacia l’impegno legato al mio incarico di Assessore al quale la tua fiducia mi aveva chiamato e che speravo di poter svolgere in un clima di auspicabile serenità – ha scritto Ponziani nella lettera consegnata a D’Alberto con le dimissioni – Di qui la mia decisione di rassegnare le dimissioni rimettendo in capo a te le deleghe assegnatemi oltre un anno fa. Il resoconto dell’attività da me svolta e consegnata parimenti nelle tue mani dà conto dello sforzo compiuto in questo lasso di tempo pur in presenza di difficoltà, di ordine finanziario, amministrativo e in carenza assoluta di personale, che non mi hanno consentito di fare meglio e di più”.

“A nome di tutto il gruppo consiliare Insieme Possiamo non posso far altro che esprimere il più sentito grazie all’Assessore Ponziani – è il commento del capogruppo Andrea Core – In questi 15 mesi di amministrazione, il suo punto di vista attento e puntuale e il suo agire amministrativo, seppur tra mille difficoltà nel far ripartire una “macchina” ferma da anni, hanno rappresentato un riferimento imprescindibile per tutti noi. Siamo certi che nei prossimi mesi continueremo insieme, in nuove vesti, il percorso di rafforzamento di un’esperienza vincente, che ha visto in Luigi Ponziani padre nobile e fondatore”.

Chi ha avuto modo di incontrare il sindaco D’Alberto questa mattina lo descrive come notevolmente irritato e nervoso per la piega presa dalla vicenda: “Prendo atto della decisione, che ho comunque cercato di evitare chiedendo a più riprese all’assessore Ponziani di tornare sui propri passi. Ringrazio Luigi per tutto ciò che è riuscito a portare a termine in questi 15 mesi di guida dell’assessorato – dichiara D’Alberto – segnati da un considerevole cambio di passo col più recente passato, dove la Cultura rappresentava un aspetto marginale e non un capitale, un punto cardine da cui ripartire; basti pensare, solo per citare alcune realizzazioni, alla riapertura della Pinacoteca Civica, all’iter per il riutilizzo funzionale del Teatro Romano, che fa registrare un importante progresso, e al rilancio del Premio Teramo per un Racconto inedito. Ringrazio Ponziani anche dell’amicizia che ci ha legati sin dall’inizio della nostra avventura amministrativa e politica – conclude il sindaco – e sono certo che, da padre nobile del progetto che ci ha condotti a guidare la città, egli continuerà a non farci mancare il suo prezioso apporto, rimanendo parte viva e irrinunciabile del nostro percorso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *