Teramo, tavola rotonda a cura dell’Opera de Sanctis “Io adulto domani. Prospettive future di inclusione sociale e lavorativa. Iniziative del territorio”

Teramo, tavola rotonda a cura dell’Opera de Sanctis “Io adulto domani. Prospettive future di inclusione sociale e lavorativa. Iniziative del territorio”

Io adulto domani. Prospettive future di inclusione sociale e lavorativa. Iniziative del territorio” è questo il titolo della tavola rotonda organizzata dall’Opera Sante de Sanctis incentrata sulle prospettive occupazionali e sociali per persone con disabilità mentale in programma il 28 dicembre 2021 alle 9,30 nell’Aula Tesi dell’Università degli Studi di Teramo, ma anche online grazie alla piattaforma Gmeet. L’iniziativa è stata organizzata a conclusione del primo anno dell’esperienza “Di Arti e di Mestieri” a cura dell’Opera de Sanctis con Fattoria Sociale Villa Irelli, co-organizzato con il Comune di Teramo che l’ha inserita nel cartellone “Natale accanto a Te”, con l’Università degli Studi di Teramo e con il CORiFISI (Centro per l’orientamento, la ricerca, la formazione e l’inclusione sociale interateneo).

Dopo i saluti del Presidente dell’Opera de Sanctis, Marco Valerio De Sanctis; del Sindaco di Teramo e Presidente Anci Abruzzo, Gianguido D’Alberto; del Vescovo di Teramo-Atri, S.E. Monsignor Lorenzo Leuzzi; del Rettore dell’Università degli Studi di Teramo, Dino Mastrocola; dell’Assessore regionale al sociale Pietro Quaresimale; del Presidente della Provincia di Teramo, Diego Di Bonaventura; del Direttore Generale della Asl di Teramo, Maurizio Di Giosia e dell’Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Teramo, Ilaria De Sanctis, si entrerà nel vivo dell’incontro con interventi dei vari relatori. Dopo la visione di un breve video che sintetizza le attività portate avanti con il progetto dell’Opera de Sanctis “Di arti e di mestieri” – che ha coinvolto circa 20 ragazzi e ragazze con disabilità, dai 15 anni in su, che da marzo 2021 hanno seguito vari laboratori nella Fattoria Sociale Villa Irelli, a Castelnuovo Vomano, nel comune di Castellalto – la psicologa Giulia Di Donato e la Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva e Terapista Occupazionale Paola Di Marco si occuperanno di sintetizzare le attività portate avanti e di spiegarne le finalità anche nell’ottica dell’inclusione e delle prospettive occupazionali. Seguiranno gli interventi della delegata Disabilità e emplacement dell’Università degli Studi di Teramo, Alessandra Martelli; del coordinatore del CORiFISI (Centro per l’orientamento, la ricerca, la formazione e l’inclusione sociale interateneo), Mauro Chilante; del consigliere d’Amministrazione della Fondazione Tercas, Roberto Prosperi; del coordinatore della Fattoria Sociale Rurabilandia, lo psicologo e psicoterapeuta, Domenico Meloni e del socio fondatore e Presidente di Abruzzo Autismo Onlus, Dario Verzulli. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Evelina Frisa.

A conclusione dell’esperienza progettuale ‘Di Arti e di Mestieri’ – commenta il Presidente dell’Opera Sante de Sanctis, Marco Valerio de Sanctis – che per dieci mesi ha dato l’opportunità a circa 20 ragazzi e ragazze con disabilità intellettiva di seguire laboratori di vario genere (dal teatro, alla ceramica, dall’orto alla caseificazione) ci sembrava doveroso fare il punto su quello che abbiamo fatto nell’ottica dell’inclusione sociale e lavorativa in una iniziativa pubblica. Alcuni dei nostri ragazzi, ad esempio, hanno avuto l’opportunità di lavorare nell’Agriturismo Villa Irelli come camerieri e l’intento è quello di favorire sempre più il loro inserimento lavorativo. Con la tavola rotonda ‘Io adulto domani’ cercheremo di fare il punto sulle iniziative del territorio per favorire l’inclusione di queste persone e per questo ringrazio i referenti dell’Università degli Studi di Teramo, del CORiFISI e del Comune di Teramo per la preziosa collaborazione, grazie anche alla Asl di Teramo, a S.E. Vescovo Teramo-Atri, Monsignor Lorenzo Leuzzi, alla Fondazione Tercas, a Rurabilandia e Autismo Abruzzo Onlus per la presenza e a quanti interverranno per l’importante contributo che potranno dare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *