Teramo, violenze su moglie e figlia: 52enne allontanato dalla famiglia

Teramo, violenze su moglie e figlia: 52enne allontanato dalla famiglia

Ancora una storia di drammatica convivenza tra un uomo violento, la moglie e la figlia minorenne, costrette sotto lo stesso tetto da una relazione familiare resa ancor più insostenibile in tempi di necessario isolamento domestico. Due donne vittime di maltrattamenti e vessazioni da parte del 52enne teramano (la storia è accaduta in un centro della provincia) che per lungo tempo ha riversato su di loro ingiurie, offese, umiliazioni, percosse e minacce. L’uomo, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine, tornava spesso a casa ubriaco e si scagliava contro la moglie e la figlia minorenne, senza alcun motivo. Fino a quando le due donne hanno trovato il coraggio di fuggire e rivolgersi ai carabinieri, denunciando le circostanze che erano costrette a subire. In tutti gli episodi raccontati dalle vittime è emersa la soggezione psicologica nei confronti dell’uomo, oltre alla sua ingiustificata violenza.

I carabinieri, al termine delle indagini, hanno rimesso un corposo fascicolo alla Procura di Teramo che ha iscritto il marito violento nel registro degli indagati per maltrattamenti in famiglia. Il Gip ha disposto l’allontanamento dall’abitazione familiare dell’uomo che dovrà mantenere una distanza di almeno un chilometro e non potrà avvicinarsi ai luoghi normalmente frequentati da moglie e figlia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *