Tragedia del Velino: recuperato anche il corpo dell’ultimo disperso

Tragedia del Velino: recuperato anche il corpo dell’ultimo disperso

E’ stato recuperato il corpo dell’ultimo dei quattro escursionisti dispersi dal 24 gennaio scorso sul Monte Velino, Gianmarco Degni, 26enne studente di Avezzano. Il ritrovamento è stato effettuato a ridosso della scadenza, le 14:30, entro cui era stato fissato il rinvio delle ricerche per il rischio valanghe. Il recupero dopo 28 giorni si è rivelato più difficile del previsto: insieme ad una quarantina di soccorritori hanno operato tre cani molecolari, due dei carabinieri e l’ultimo della Guardia di finanza. I cani sono stati alternati per la fatica accumulata in un’azione particolarmente dispendiosa alla luce della enorme coltre nevosa e dell’area da perlustrare, diverse centinaia di metri.

Dopo il recupero delle tre salme avvenuto nella mattinata di ieri, l’ultimo ritrovamento conclude le attività nella zona condotte incessantemente fin dal 24 gennaio, giorno in cui i quattro, tutti di Avezzano, erano stati travolti da una valanga. Sul posto tra gli altri hanno operato anche i carabinieri del Rim, Reparto interventi montani, che hanno effettuato i rilevi di polizia giudiziaria. Oltre alla Guardia di finanza, in questi 28 giorni hanno lavorato soccorso alpino, esercito, polizia e molti volontari che hanno battuto senza sosta un’area molto vasta che è stata più volte luogo di eccezionali nevicate. Le ricerche di Valeria Mella, Tonino Durante, Gian Mauro Frabotta e Gianmarco Degni, tutti di Avezzano, erano iniziate il giorno stesso della loro scomparsa, quando uscirono per un’escursione in montagna e non fecero più ritorno a casa, finendo sotto diversi metri di neve, in una zona interessata da valanghe.

Tantissimi i messaggi di cordoglio, da parte di istituzioni, associazioni e singoli cittadini. Il Prefetto dell’Aquila, Cinzia Torraco, ha manifestato la propria “affettuosa vicinanza ai familiari delle vittime e a tutta la comunità marsicana, scossa dalla perdita dei propri cari concittadini”. Nell’occasione il Prefetto ha rivolto anche il proprio personale ringraziamento “a tutte le componenti del soccorso presenti in questi giorni sul Monte Velino, per la professionalità, l’abnegazione e la perseveranza dimostrati, e a tutti coloro che hanno prestato accoglienza e conforto in loco ai partecipanti alle operazioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *